Provocazione al Salone di Torino: nello stand vuoto di Altaforte arrivano Pound, Mishima, Céline e D’Annunzio

lunedì 13 maggio 19:47 - di Redazione

Quattro foto, là dove l’editore Altaforte, emanazione di CasaPound avrebbe dovuto esporre i suoi libri: sono le immagini di Pound, Mishima, Céline e D’Annunzio. Quattro autori scomodi che forse i custodi dell’antifascismo militante avrebbero censurato. Autori politicamente scorretti ma tra i più grandi del Novecento. Sotto le immagini una scritta: “Oggi questi autori, tra i più grandi del Novecento, potrebbero partecipare al Salone?”. L’autore del gesto provocatorio è Salvatore Martorana che in un post su Fb ha spiegato il senso dell’iniziativa: “Oggi al Salone – scrive riferendosi alla giornata di domenica 12 maggio – ho fatto una piccola azione dimostrativa non tanto per difendere Altaforte, quanto per smascherare l’ipocrisia di fondo del pensiero unico. Non è questione di fascismo o antifascismo, è difesa della libertà d’espressione, soprattutto verso chi ne fa una bandiera”. Sotto le foto la scritta You’ll never walk Salone, un gioco di parole che richiama l’inno del Liverpool, You’ll Never Walk Alone.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi