Precipita dal quarto piano di un hotel a Roma. È morto Paolo Tenna, manager del cinema torinese

giovedì 30 Maggio 15:03 - di Redazione

È morto dopo essere precipitato da quarto piano di un hotel nel centro di Roma. Il corpo senza vita, trovato alle 6 di mattina in piazza San Bernando, dove affacciano le finestre dell’hotel Mascagni, è quello di Paolo Tenna, 47 anni, amministratore delegato di Piemonte Film Commission. Sul posto, dopo l’allarme di un passante, sono intervenuti i carabinieri della stazione Quirinale e del Nucleo investigativo. Sul corpo, secondo un primo esame medico, sono state riscontrate ferite da caduta da impatto e non da una colluttazione. Al momento gli investigatori non escludono alcuna pista. Neanche quella dell’estremo gesto, così come è possibile sia stata una caduta accidentale dalla finestra. Tenna, che era solo in stanza, sarebbe rientrato in hotel alle 2 di notte visibilmente ubriaco e avrebbe chiesto superalcolici. Era a Roma per lavoro e in altre occasioni era stato nello stesso hotel. Ancora da stabilire le cause della morte, la procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla morte del manager del cinema torinese ipotizzando il reato di istigazione al suicidio a carico di ignoti. Disposta anche l’autopsia sul corpo dell’uomo.

È morto Tenna, ad di Pemonte Film Commission. Suicidio?

dopo un volo dal quarto pianoTenna era spesso in giro per l’Italia per seguire i tanti progetti che aveva sviluppato sul territorio, non ultima l’operazione che ha portato a Torino il kolossal The outfit. Era spesso nella Capitale perché ricopriva un incarico prestigioso anche nel cda di Cinecittà. Aveva svolto un ruolo decisivo nella crescita di Film Commission e in tandem con Damilano aveva riportato Torino a un ruolo di capitale del Cinema. «È una notizia che mi addolora moltissimo, come ex assessore ma in primis sul piano personale», ha detto l’assessore uscente della Regione Piemonte, Antonella Parigi. «È stato tra i protagonisti del successo del sistema cinema piemontese, un uomo pieno di energia e allegria, con una capacità straordinaria di pensare e realizzare progetti. Sono vicina alla sua famiglia, ma anche ai suoi colleghi e collaboratori della Film Commission, che come me ne sentiranno molto la mancanza». Cordoglio anche dall’assessore alla Cultura del Comune di Torino, Francesca Leon: «L’improvvisa scomparsa di Paolo Tenna ci lascia sgomenti. Un uomo dinamico, positivo, che ha fatto moltissimo per lo sviluppo del sistema cinema nella nostra città. Un apporto importante il suo, ribadito anche nell’ultimo consiglio di Film commission. Ci stringiamo alla sua famiglia e a tutti coloro che hanno lavorato con lui e avuto modo di conoscerlo e volergli bene».

Nato a Torino nel 1972, imprenditore nel campo del product placement cinematografico, a 24 anni Paolo Tenna fondò la sua prima società di advertising. Nello stesso anni vinse, con testimonial Ricky Tognazzi, il premio di Pubblicità Progresso nella categoria miglior spot nel campo del sociale. L’anno successivo dà vita alla Top Time, ancora con Ricky Tognzzi e Simona Izzo, dove ricopre il ruolo di amministratore delegato. Nell’agosto 2010 viene nominato Ad di Fip (Film Investimenti Piemonte). Nel 2013 entra nel Cda di Film Commission Torino Piemonte.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica