Migranti, nuovo sbarco a Lampedusa: arrivano in 57. I vescovi africani: «Basta partenze sui barconi»

venerdì 24 Maggio 9:59 - di Gabriele Alberti

Nuovo sbarco di migranti all’alba sull’isola di Lampedusa. Sono arrivati in 56 uomini e 1 donna. Sono tutti partiti dalla Libia e provengono dal Marocco, Algeria, Siria, Libia, Gambia e Bangladesh. Il barcone è stato scortato al porto dell’isola delle Pelagie dalle imbarcazioni della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza. I 57 migranti sono stati trasferiti all’hotspot di contrada Imbriacola. L’imbarcazione, partita dalla Libia e arrivata a destinazione senza essere intercettata da nessuno, è probabilmente una delle quattro che era stata avvistata giovedì in una giornata di alta tensione nel Mediterraneo in cui tre gommoni con circa 280 persone a bordo sono state riportate indietro da motovedette della Marina libica. La quarta imbarcazione, invece, è approdata a Lampedusa. A bordo marocchini, algerini, senegalesi ma anche cittadini libici fuggiti dalla guerra. Sono ben nove,  con 130 migranti, le imbarcazioni approdate in Italia nelle ultime 48 ore.

I vescovi africani: «Giovani, non partite»

Incessante in questi giorni è stato l’appello dei vescovi africani che guardano a queste partenze come una piaga. «Basta emigrazione irregolare, non credete a false promesse che portano allo schiavitù», invocano i religiosi. Lo leggiamo sul sito interris. «Una preghiera a Dio affinché i giovani africani siano “più consapevoli dei pericoli dell’emigrazione irregolare” e credano “in se stessi e nella loro capacità di avere successo in Africa”. I vescovi delle conferenze nazionali e interterritoriali dell’Africa occidentale si sono riuniti a Ouagadougou, in Burkina Faso, dal 14 al 20 maggio, per la Terza Assemblea Plenaria. Al termine dell’incontro hanno pubblicato un comunicato e un messaggio pastorale, in entrambi i documenti si fa riferimento alla piaga dell’emigrazione di massa, la quale priva l’Africa di forze giovani conducendole, spesso, verso viaggi insperati, sofferenze, morte.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica