Maltempo, è allerta rossa in Emilia Romagna: ponti chiusi, si temono esondazioni

lunedì 13 maggio 19:05 - di Redazione

Un’ampia area ciclonica, centrata sull’Italia, riporterà condizioni di instabilità su parte del Centro-Sud, con piogge diffuse e temporali sparsi, interessando con fenomeni più insistenti le regioni del medio versante adriatico. I forti venti, persistenti su queste aree, causeranno anche un ulteriore sensibile calo delle temperature, specie nei valori massimi. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile, d’intesa con le regioni coinvolte, alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che stende il precedente. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento. L’avviso prevede il persistere di precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata allerta rossa oggi e domani su parte dell’Emilia Romagna. Per domani, inoltre, è stata valutata allerta arancione su parte dell’Emilia Romagna, delle Marche, dell’Abruzzo e del Molise. Allerta Gialla sulle rimanenti aree delle suddette regioni e su Umbria, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Nel Modenese, il livello molto alto del fiume Secchia e l’andamento lento della piena rendono improbabile la riapertura nella mattinata di domani dei ponti che rimarranno chiusi nella notte, sia Ponte Alto che il ponte dell’Uccellino. Il colmo della piena sul Secchia, che nel pomeriggio di oggi ha raggiunto livelli molto alti, sta infatti transitando molto lentamente e si prevede che il livello del fiume resti alto ancora parecchie ore. Il monitoraggio proseguirà per tutta la notte e, domattina all’alba, si farà il punto ma, visto l’andamento della piena, è molto improbabile la riapertura nella prima mattinata di domani. Rimangono chiusi, in via precauzionale, anche il ponte di via Curtatona, sul torrente Tiepido, e quello di Navicello vecchio, sul Panaro, di competenza della Provincia. In serata, a partire dalle 21, sarà chiuso nuovamente per circa un’ora il ponte di via Gherbella, per consentire ad Aipo di ripulire il corso d’acqua dai rami che potrebbero rallentare il deflusso sotto il ponte. Dalle 2 alle 4 di stanotte, come ha comunicato Autostrade nell’ambito del Centro coordinamento soccorsi tenuto dal prefetto nel pomeriggio, a Marzaglia, sarà inoltre chiuso il casello di Modena nord, in uscita dalla città, per consentire il recupero di un camion incidentato nel corso della mattinata.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza