Lerner, Fazio, Gruber massacrati dagli sfottò: «E ora dove mettete le lenzuola?»

lunedì 27 maggio 12:05 - di Guglielmo Federici

Sbugiardati e inondati di sfottò. Litanie da funerali nella sinistra radical chic che, entrata in campagna elettorale a gamba tesa, contempla i dati elettorali con le pive nel sacco. “Arrotolate gli striscioni e le vostre ridicole lenzuola dai balconi”, gli urla il popolo del web. Nonostante il plotone d’esecuzione allestito negli studi di Fabio Fazio, di Lilli Gruber, di Formigli, di Floris e dell’Annunziata, nonostante il can can mediatico, il voto ha premiato i sovranisti. Apriti cielo. Popolo bue… Le prefiche in servizio permanente effettivo hanno iniziato a frignare. Frigna Gad Lerner l’apocalittico: «L’Italia leghista è un rivolgimento profondo, sociale e culturale prima ancora che politico, come testimonia il voto nelle ex regioni rosse. Già in passato le classi subalterne si illusero di trovar tutela nella trincea della nazionalità. Non finì bene», scrive in un post su Facebook Lerner facendo aleggiare aria di tempesta sul voto popolare. Un commento che porta anche un po’ sfiga…

La Boldrini in abito scuro…

Le risposte sono una bastonata. Il popolo web è galvanizzato dal successo delle forze più ostracizzata dai media e dai soliti vip.  FdI per esempio, solo grazie alla prova di grande personalità della Meloni e dei suoi è riuscita a schivare i fendenti piovuti da conduttori politicizzati che le hanno rinfacciato di tutto. Sono stati tutti sbugiardati e svillaneggiati. I commenti sulla bacheca di Fabio Fazio, ad esempio sono irripetibili e irriferibili. Pertanto chi vuole può leggerli , prima che vengano cancellati, rendendosi conto di quanto la battaglia ingaggiata dal conduttore  contro il governo, in barba al suo mega stipendio, non vada giù agli utenti Fb che lo ridicolizzano senza pietà. Anche la bacheca Fb della Boldrini è ribollente di insulti iniziati già di buonamattino di domenica. Lei ha postato una foto alle urne, vestita di nero con una mantella di tulle. Credeva di andare a una festa, ma il successo del suo nemico di sempre Salvini la rende bersaglio di sfottò senza limiti. Altro che festa. Aver aizzato la ridicola rivolta popolare delle lenzuola dai balconi , conscritte irripetibili e irricevibili ha dato seguito, non c’è che dire…, sghignazzano i più.

Il web: «Lerner, lei è un saccente»

Gli utente dei social più spietati rispondono a caldo a Lerner: «Il disco rotto continua. Vince la Lega, bocciata la sinistra e automaticamente siamo tutti rancorosi, razzisti, ignoranti mal informati, populisti», ironizza un utente. «Gli italiani hanno premiato chi sta bloccando quest’immigrazione clandestina incontrollata, chi sta cambiando una legge che mi voleva mandare in pensione a 70 , chi ha abbassato le tasse per i piccoli imprenditori e le abbasserà per tutti, chi permette di difendermi in casa, chi ha combattuto l’ usura di stato di Equitalia. Credo che a una certa sinistra faccia paura che gli italiani si informano e non bastano più i loro catastrofici proclami». Un altro: «Le “classi subalterne” come le chiama lei sono quelle più in sofferenza da anni (2009) senza che i fenomeni saccenti come lei abbiano trovato un modo per ridargli dignità anzi…”, risponde un un altro utente pan per focaccia.

Il popolo web se la gode

Il popolo della rete è in estasi e se la gode. Strapazzata non poco è  Lilli Gruber, principale megafono con Otto e mezzo della denigrazione sistematica degli avversari. Solo la Meloni riuscì a controbattere brillantemente lo studio ostile in un duetto “epico”. I siti social del programma sono oggetto di commenti al vetriolo. Sragiona anche Lucia Annunziata. «Salvini ha avuto il successo che ha avuto perché ha potutto fare il bello e il cattivo tempo…», ha avuto il coraggio di dire, dimenticando minacce di morte e altro. «La cosa più logica politicamente parlando sarebbe andare a un convegno nazionale. Per dignità, dopo questo travaso di voti, dovrebbero staccare la spina di un governo che li ha mangiati ma non lo faranno», dice l’Annunzata parlando del M5S». Con la sicumera che li contraddistingue, parlano di “dignità”, pensando di poter dispensare ancora consigli. Non si accorgono che le persone normale fanno esattamente il contrario dei loro predicozzi? E’ nata persino una pagina Fb in queste ore dal titolo : “Annunzata fallita”. Non ne hanno ancora bastanza tutti questi “cacasenno”? Naturalmente, Salvini li ringrazia sentitamente.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza