La Meloni appesa a testa in giù. FdI: «Inaccettabile, questi sono i buonisti»

sabato 4 maggio 15:05 - di Redazione

«A Facebook basta una minima segnalazione per chiudere i profili accusati, a torto o a ragione, di fascismo e poi tollera attacchi gravissimi a esponenti politici di destra, attacchi che arrivano da quelle stesse persone che vorrebbero insegnarci la fratellanza e la tolleranza». È Luca De Carlo, deputato e commissario di Fratelli d’Italia in Veneto, a sollevare il caso della diffusione «sui principali social network di una foto della presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, appesa a testa in giù. «Ecco il comportamento vergognoso di chi si atteggia a tollerante, aperto e democratico. Vi sembra normale una cosa del genere? Vi sembra tollerabile?», scrive il parlamentare di FdI sulla sua pagina Facebook postando la foto.

«Dove sta la tolleranza? È da individui così che dobbiamo imparare a restare umani? Spero che le forze dell’ordine prendano provvedimenti», continua De Carlo. «Stigmatizziamo con durezza questi fatti: siamo pronti al confronto politico anche duro ma questa non è una semplice critica. Non può essere tollerata una minaccia così pesante, che rievoca fatti violenti come quelli di Piazzale Loreto. Non può essere tollerato – rimarca – soprattutto perché arriva da quel mondo che predica solidarietà e amore e poi augura la morte a una donna, una mamma, una rappresentante delle istituzioni, una politica, semplicemente perché la pensa diversamente. La mia idea di tolleranza e democrazia è decisamente diversa».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza