La Amerigo Vespucci e l’entusiasmo della gente: «È la nave più bella del mondo»

mercoledì 15 maggio 14:08 - di Gianluca Corrente

Corrono tutti a vederla, nella speranza di salire a bordo. La nave Amerigo Vespucci è il fiore all’occhiello della nostra Marina Militare. È il suo simbolo. In qualsiasi porto arriva, riceve applausi e crea entusiasmo. I suoi tour rappresentano qualcosa di diverso, un’atmosfera storica, un tuffo nella vera tradizione italiana. La nave scuola è considerata l’unità a vela più bella del mondo. È stata varata il 22 febbraio del 1931, data scelta per commemorare la scomparsa del celebre navigatore Amerigo Vespucci avvenuta il 22 febbraio del 1522. La costruzione era cominciata dieci mesi prima presso il cantiere navale di Castellammare di Stabia. Un’avventura a cui parteciparono un migliaio di persone tra maestri d’ascia, mastri ferrai, velai e tante altre professionalità che permisero all’Amerigo Vespucci di entrare in servizio per la Marina Militare il 6 giugno 1931. Il veliero viene definito ambasciatore sul mare dell’arte, della cultura e dell’ingegneria italiana.

Amerigo Vespucci a Civitavecchia, Olbia e Scalea

Di appuntamenti ce ne sono tanti, così come le occasioni per ammirarla. Nella sosta nel porto di Civitavecchia saranno resi noti gli itinerari delle navi scuola impegnate nella formazione degli allievi Ufficiali, Marescialli, Volontari in ferma prefissata della Marina e della Scuola Navale Militare Morosini di Venezia. L’appuntamento è per il 17 maggio alle ore 10:30, a bordo della Amerigo Vespucci, dove sarà presentato il programma delle Campagne d’Istruzione 2019 a favore del personale in formazione della Marina Militare. Nell’occasione, il  Comandante in Capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Donato Marzano,  e il  Comandante delle Scuole della Marina Militare, ammiraglio di divisione Alberto Bianchi, descriveranno le attività che le navi scuola della Marina dovranno svolgere a favore degli allievi della prima e seconda classe dell’Accademia Navale di Livorno, degli allievi delle scuole Sottufficiali di Taranto e La Maddalena, dei Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale e degli allievi della Scuola Navale “Francesco Morosini”.
Anche quest’anno le maggiori unità a vela della Marina Militare, Amerigo Vespucci e Palinuro, il cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne, insieme alle unità a vela minori Orsa Maggiore, Stella Polare e Corsaro II, saranno impegnate, nel corso del periodo estivo, per la formazione e l’addestramento degli allievi secondo le tradizioni ed i valori etici che, oggi come ieri, continuano ad ispirare gli uomini e le donne della Forza Armata. La Amerigo Vespucci, in  particolare, porterà il tricolore in Nord Europa, mentre nave Palinuro si addestrerà nel Mediterraneo Centrale.

La Amerigo Vespucci farà bella mostra di sé a Olbia dal prossimo 1° giugno e sosterà per due giorni all’Isola Bianca. Nel corso della sua sosta a Olbia sarà possibile salire a bordo e visitare la nave. il prossimo18 giugno sosterà per un giorno nelle acque antistanti il Comune di Scalea per essere ammirata da curiosi ed estimatori. Lo ha confermato la Marina Militare con un documento ufficiale inviato all’amministrazione comunale guidata da Gennaro Licursi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi