Jacopo Fo furioso perché occupano uno stabile di proprietà della sua famiglia: ma che antifascisti siete?

martedì 21 maggio 14:30 - di Redazione

Hanno occupato a Milano uno stabile in via Bordighera e hanno rivendicato via social l’iniziativa sulla pagina Fb Circolo dell’Hotel: “In concomitanza con la pagliacciata del ministro degli interni un nuovo spazio in città viene liberato un gruppo di ragazzi studenti e lavoratori antifascisti e anticapitalisti occupano uno spazio resistente contro il fascismo dilagante”. Peccato che il bersaglio dell’okkupazione, cioè la famiglia di Dario Fo, che è proprietaria dell’immobile, non l’abbia presa bene. Ecco dunque arrivare prontamente la replica di Jacopo Fo: “Avete occupato lo spazio prove della Compagnia Teatrale Fo Rame. Mi sembra un po’ strano fare antifascismo colpendo chi dai fascisti e dallo Stato ha subito ogni sorta di violenza e sopruso”. Ma quelli insistono: “Qui nessuno arretra contro fascismo e capitalismo costruiamo comunità resistenti”.

L’occupazione ormai è cosa fatta e viene rivendicata con orgoglio nonostante i commenti di compagni disperati per l’effetto boomerang della notizia: “Ma è una barzelletta o volete davvero che ci prenda per il culo mezza Italia?”. “Non so ancora chi è più coglione tra voi e Salvini. Che vi mandino fuori a calci nel culo presto e velocemente e che la proprietà torni alla famiglia Fo!”. E ancora: “Siete degli imbecilli. Di tutti i posti da occupare, avete preso quello sbagliato. E vi arrampicate sui vetri per non ammettere la stronzata”.

Sull’occupazione dice la sua l’assessore alla Sicurezza, polizia locale e immigrazione di Regione Lombardia, Riccardo De Corato: “Se fosse per il sindaco Giuseppe Sala, dovremmo tutti restare a guardare i centri sociali mentre occupano nuovi stabili. Per loro questa è una “Città-Pacchia””.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi