Irpinia, Del Giudice lascia la Lega per FdI: «Torno a casa, voto Caio Mussolini»

mercoledì 15 maggio 12:42 - di Massimo Baiocchi

La Lega in Irpinia perde un pezzo significativo: Antonio Del Giudice, secondo quanto apprende l’Adnkronos, ha deciso «di tornare a casa: la candidatura di Caio Mussolini» perché, afferma, «è un simbolo per tutti noi di destra che avevamo scelto la Lega, illusi dal fatto che potesse essere la nuova destra sociale in Italia. Avevamo scelto la Lega nel 2009, quando bisognava avere tanto coraggio. Oggi ne usciamo in un momento in cui abbiamo tutto da perdere». L’esponente di spicco della Lega in terra irpina, e punto di riferimento sul territorio per molti iscritti e dirigenti, accusa: «Abbiamo scoperto che stanno facendo salire sul carro tutta la vecchia politica democristiana, che tanti danni ha fatto a questo territorio. Passiamo in Fratelli d’Italia proprio nel cuore delle elezioni europee perché vogliamo dare il nostro contributo alla vera destra e non al partito del selfie».

«Gli ultimi sondaggi -dice il vice coordinatore regionale di Fdi Alessia Castiglione- stanno premiando il nostro impegno di Fratelli d’Italia e anche sul nostro territorio stiamo crescendo. Ringrazio il gruppo di ex leghisti e Antonio Del Giudice che hanno scelto la vera destra, lasciando perdere copie sbiadite e operazioni di marketing. Con Giorgia Meloni stiamo ricostruendo la casa della destra. E tutti gli ex An (e non solo) lo stanno capendo». «Benvenuto ad Antonio – dice Caio Mussolini, candidato di Fratelli d’Italia alle Europee nella circoscrizione Sud – e a tutti coloro che hanno deciso di tornare a destra. Fratelli d’Italia è la vera destra sociale nel nostro Paese, ha una tradizione cui richiamarsi e non é un’operazione di marketing per prendere un po’ di voti al Sud. Da Avellino al resto del Sud, tanti mi stanno dicendo che voteranno Fdi e scriveranno Mussolini, perché le imitazioni durano poco, mentre le radici profonde non gelano», spiega.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza