Il sottosegretario Molteni: “Non abbiamo bisogno di nuove moschee in provincia di Como”

sabato 4 maggio 15:48 - di Redazione

Un’altra polemica per la presenza delle moschee in provincia di Como. Negli anni scorsi la lega, allora all’opposizione aveva condotto delle durissime battaglie contro le moschee a Cantù e in altri centri del Comasco. Oggi c’è la questione della Valle Intelvi. ”Sono contrario alla richiesta di un centro culturale avanzata dalla comunità islamica della Valle Intelvi. E per questo sto seguendo questa vicenda con grande attenzione”. È quanto sottolinea in una nota il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni, della Lega. ”Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha da poco emanato una direttiva per elevare il livello di attenzione e controllo delle aggregazioni culturali islamiche – spiega Molteni -. Non abbiamo quindi bisogno di nuove moschee in provincia di Como. Sono in stretto contatto con amministratori e cittadini della Valle che hanno manifestato preoccupazioni per l’ipotesi di insediamento di un centro culturale islamico”. Molteni ribadisce: ”Fino a quando le comunità islamiche non sottoscriveranno le intese con lo Stato italiano ai sensi dell’art.8 della Costituzione e quindi sino a quando non rispetteranno principi e valori della nostra società e civiltà nessun dialogo sarà possibile.”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza