Il rospo non gli va giù. Rossi: «Gli amichetti di Salvini sono la rovina dell’Italia»

giovedì 30 maggio 11:02 - di Redazione

Il rospo non va giù. A sinistra il nervosismo è alle stelle per l’esito delle urne con la vittoria schiacciante della Lega e l’avanzata di Fratelli d’Italia. «Gli amichetti di Salvini sono i nemici del paese: quando parliamo di questioni di bilancio sono quelli che vorrebbero buttare fuori l’Italia, e anche sul versante dei migranti sono quelli che non ne vogliono sapere». Sono le parole illuminanti di Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, fulminato sulla via di Zingaretti che sabato prossimo prenderà la tessera del Pd nella sezione Stazione-San Lorenzo di Firenze dopo aver chiuso nelle scorse settimane con l’esperienza di Articolo 1 – Mpd.

Il governatore della Toscana all’attacco di Salvini

«L’Italia – ha aggiunto il governatore  intervistato da Controradio– sta nelle mani di un gruppo che in Europa non conta, e che rischia di vedere il paese trascinato alla rovina anche sul piano della tenuta complessiva dei conti, e a pagare sarà il risparmio degli italiani. L’egoismo non porta nulla di buono né sul piano umanitario né sul piano dei conti». La lezione di geopolitica gonfia di rabbia si conclude con un vaticinio: «Ii nazionalpopulisti in Europa sono stati sconfitti, non sono determinanti nel nuovo Parlamento europeo: la forza più grande è la Lega che resterà isolata perfino rispetto a Orban che starà nel Ppe».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi