“Hai molestato mia figlia”: entra a scuola e picchia il bidello davanti a tutti

mercoledì 15 maggio 13:14 - di Fabio Marinangeli

Un bidello aggredito. I testimoni che vedono la scena. L’uomo che resta a terra, in grande difficoltà. Il padre di una ragazzina che sembra una furia. La notizia si è diffusa subito, anche se la vicenda è tutta da chiarire. C’è sconcerto, a Palermo, per quel che è accaduto nell’istituto comprensivo Domenico Scinà. Secondo quanto si legge sulle cronache dei giornali locali, il padre di un’alunna ha picchiato un bidello. Il motivo che ha scatenato l’aggressione sarebbe gravissimo: il genitore avrebbe accusato l’uomo di aver molestato la figlia. La vicenda ha tenuto in apprensione dirigenti, insegnanti operatori scolastici, genitori e alunni. La scuola è situata al Villaggio Santa Rosalia nel capoluogo siciliano.

“Il bidello non riusciva più a rialzarsi”

Il padre della ragazzina è andato a scuola insieme alla moglie. Un vero e proprio blitz, molto violento, raccontano quanti hanno assistito, tanto che è stato necessario l’intervento dei sanitari del 118. «Il bidello non riusciva più ad alzarsi», racconta una mamma di un’alunna che si trovava nei pressi della scuola. A indagare sono gli agenti della polizia che si sono intrattenuti fino a tarda sera con i docenti nella stanza della preside. La pista è sempre quella che vede il padre della giovane studentessa recarsi a scuola perché la figlia gli avrebbe rivelato di aver ricevuto più di qualche attenzione dal bidello. La scuola è comunque rimasta aperta per alcuni corsi pomeridiani. «Stiamo valutando quanto successo – dice la preside – Stiamo cercando di comprendere cosa sia accaduto».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi