Freda ironico: «Al Salone del Libro di Torino ho venduto per anni il mio saggio sulla razza senza scandalo»

venerdì 10 maggio 17:28 - di Lucio Meo

«Ho costituito già nel secolo scorso, nel 1963, pubblicando come prima opera il ‘Saggio sull’ineguaglianza delle razze umane’, le Edizioni di Ar, per circa 12 anni scese al mercato del Lingotto senza che mai subissero obiezioni di sorta da parte degli organizzatori. Questo chiasso mi sconcerta e meraviglia. Mi fa sorridere e non mi pare che questi commenti eccitati siano meritevoli di considerazioni». Lo afferma all’Adnkronos Franco Freda, fondatore delle Edizioni di Ar, storica casa editrice di estrema destra, e ideologo di Ordine Nuovo: fu anche tra gli imputati per la strage di piazza Fontana, accusa da cui fu poi assolto in Cassazione al termine di un lungo e controverso iter giudiziario. “Non mi permetto di definire un errore l’esclusione di Altaforte dal Salone del Libro, piuttosto un’operazione di cattivo gusto. Mi limito ad assumere una veduta di tipo estetico», chiosa.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

 

In evidenza