Fa il gesto dei suprematisti bianchi, bufera sulla Marine Le pen. E lei: “Non lo sapevo….”

mercoledì 15 maggio 13:51 - di Giovanni Trotta

Piccolo infortunio mediatico per la leader della destra frnacese Marine Le Pen. In visita in Estonia, la leader del Rassemblement National, Marine Le Pen, si è fatta un selfie con un militante del movimento euroscettico e sovranista Ekre facendo un gesto in uso tra i suprematisti bianchi. Gesto, afferma Le Pen, di cui in realtà ignorava il significato. L’esponente politica francese ha posato con un militante radicale del partito di estrema destra locale Ekre, e sull’immagine entrambi fanno il gesto con le dita – congiungendo pollice e indice – in cui si identificano i suprematisti bianchi, e che recentemente l’attentatore di Christchurch Brenton Tarrant ha fatto quando è comparso in aula per essere incriminato per l’uccisione di 51 fedeli in due moschee della città neozelandese. La foto è stata poi cancellata e questa mattina, su France 2 la presidente del Rassemblement National ha detto che ignorava l’utilizzo di quel gesto da parte dei suprematisti. L’immagine è comparsa sull’account Facebook del militante, Ruuben Kaalep, che si presenta su Twitter come un suprematista ugro-finnico. “Non è perché una persona utilizza quel segno che se ne può cambiare il significato, è ridicolo”, ha dichiarato Le Pen, la cui visita in Estonia fa parte di una tournée europea per sostenere gli alleati del Rn in Europa per dar vita ad un grande gruppo dopo le elezioni del 26 maggio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi