Europee, sono i tre leader del centrodestra i più votati. Chi entra e chi resta fuori

martedì 28 Maggio 19:50 - di Redazione

Sono sei i seggi conquistati al Parlamento europeo da Fratelli d’Italia: in attesa che Giorgia Meloni, la terza leader più votata domenica 26 maggio con 490.156 preferenze, decida se restare alla Camera o andare a Strasburgo, i patrioti della destra porteranno sicuramente in Europa Carlo Fidanza. Questi i primi dei non eletti nelle varie circoscrizioni, destinati a subentrare se la leader di FdI rinuncia al seggio: Sergio Berlato (Nord Est) Pietro Fiocchi (Nord Ovest) Nicola Procaccini (centro) Raffaele Fitto (Sud) Raffaele Stancanelli (Isole).

Record dei voti di preferenza per Matteo Salvini, candidato in tutte le circoscrizioni, che ottiene 2.364.384 voti. Eletti con lui, tra gli altri, il gestore del Papete Beach di Milano Marittima, Massimo Casanova, la sindaca di Cascina (Pisa) Susanna Ceccardi, Antonio Maria Rinaldi, l’allievo di Paolo Savona presenza fissa nei vari talk show, l’avvocato Francesca Donato, presidente di Eurexit, l’ex sindaco di Adro Oscar Lancini e l’ex azzurra Silvia Sardone. 

Alla prova del voto di preferenza anche Silvio Berlusconi non ha deluso, ottenendo 561.774 voti, piazzandosi secondo dopo Salvini e prima della Meloni. Sicuramente eletti con Forza Italia Massimiliano Salini, ex presidente della provincia di Cremona, Antonio Tajani, Salvatore De Meo, Aldo Patriciello. L’ex leghista Irene Pivetti potrebbe subentrare solo in caso di opzione di Berlusconi per un seggio diverso da quello del Nord Est. Niente Europa, invece, per Lara Comi.

Nel Pd il più votato è Carlo Calenda (276.413 voti) seguito da Giuliano Pisapia (che batte Salvini a Milano). Con il Pd vengono eletti l’economista ex montiana Irene Tinagli (106mila voti), l’assessore al comune di Milano Pierfrancesco Majorino (93mila), e due uscenti: Patrizia Toia e Brando Benifei. Recuperata, dopo la sconfitta alla Regione Veneto,  Alessandra Moretti. Tra gli uscenti al Centro rieletti Simona Bonafè, David Sassoli, e Massimiliano Smeriglio. Al Sud il  più votato è l’ex procuratore nazionale antimafia Franco Roberti (148mila preferenze), nelle Isole eletto Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa protagonista di Fuocammare.

Nel M5S il più votato è l’ex Iena Dino Giarrusso (117.211 voti), eletto nella circoscrizione Isole con l’uscente Ignazio Corrao.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica