Ennesima aggressione di un immigrato contro un agente della polizia penitenziaria

lunedì 13 maggio 15:33 - di Redazione

Ennesima aggressione contro un agente della polizia penitenziaria da parte di uno straniero. Ieri sera, nel carcere di Ferrara, un detenuto di origine maghrebina ha aggredito un agente della Polizia penitenziaria. Ne dà notizia il Sappe, Sindacato autonomo di polizia penitenziaria. “Il detenuto – riferiscono Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Francesco Campobasso, segretario nazionale – dopo la chiusura della socialità, ha chiamato l’agente per poter accedere al locale frigo. L’agente si è avvicinato alla porta blindata, per spiegare al detenuto che non poteva più uscire dalla cella, poiché non era fuori dall’orario consentito. Il detenuto, visto il diniego alla sua richiesta, ha colpito l’agente al viso con una caffettiera. È subito intervenuto l’ispettore responsabile del turno e l’agente è stato portato al pronto soccorso dove ha avuto una prognosi di due giorni”. “Si tratta della seconda aggressione in dieci giorni – ricordano Durante e Campobasso – Sarebbe opportuno che l’amministrazione prendesse adeguati provvedimenti nei confronti del detenuto, al fine di scongiurare altri episodi di aggressione, ma soprattutto è necessario che venga rivista l’organizzazione degli istituti”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi