È morta la nonna di Giorgia Meloni: «Mi hai insegnato tanto, sarai sempre con me»

mercoledì 8 maggio 11:09 - di Romana Fabiani

Piccola di statura, ridotta a un uccellino negli ultimi anni, è stata un pilastro per Giorgia Meloni che da ieri dovrà convivere con un’assenza incolmabile, quella di nonna Maria, morta nel pomeriggio a Roma, all’età di 86 anni, in seguito a un improvviso arresto cardiaco dopo una brutta caduta in casa che le ha procurato la frattura del bacino.

È morta nonna Maria, “una mamma” per Giorgia Meloni

Brillante, ironica, romana autentica e verace, è stata praticamente una mamma per la leader di Fratelli d’Italia che, insieme alla sorella Arianna, ha vissuto con lei i primi anni di vita in un rapporto strettissimo, quotidiano. «Se n’è andata oggi pomeriggio nonna Maria, lieve, in silenzio, senza disturbare troppo, avrebbe detto lei – è la stessa Giorgia ad annunciare la notizia su Facebook con parole di grande tenerezza e affetto. «Le tue mani deformate dall’artrite mi hanno insegnato cosa fosse il lavoro. I tuoi racconti sull’infanzia in collegio, da orfana, cosa fosse la solitudine. I tuoi ricordi a distanza di anni dalla morte di nonno, cosa fosse l’amore. Le tue battute fulminanti, cosa fosse l’allegria. Non dimenticherò nulla, sarai sempre con me. Ti voglio un mondo di bene, nonna. A Dio». Era un po’ stanca ultimamente – ricorda la leader di Fratelli d’Italia –  e lo ripeteva che questo sarebbe stato “il suo anno”. «Ora è andata dove da tempo voleva essere, insieme all’unico amatissimo uomo della sua vita, a sua madre e suo padre, al fratellino perso quando aveva solo 5 anni. Si è portata via un pezzettino del cuore di tutti quelli che l’hanno conosciuta. Arianna e Giorgia, la figlia Anna, le pronipoti Vittoria, Rachele e Ginevra avranno adesso una stellina tutta loro nel cielo – continua il post di Giorgia – «a osservarle, proteggerle e amarle ma, se serve, anche a criticarle perché migliorino sempre. Perché vivano come ha fatto lei nell’onestà, nell’amore, nella bontà di cuore. A Dio, nonna Maria. Non ti dimenticheremo mai…».

Era la prima fan della leader di FdI

Una donna speciale, che in un post Giorgia definisce “la star di casa Meloni”, che contagiava tutti con la sua allegria, la sua romanità, un’intelligenza tenuta in esercizio con letture di tutti i tipi e un’attenzione curiosa per quello che la circondava. Nonna Maria seguiva Giorgia in tutte le sue apparizioni televisive, era la sua prima fan, orgogliosa di una nipote combattiva e vincente che «azzittiva tutti». Parole di grande dolcezza e intimità anche sulla bacheca di Arianna, sorella maggiore di Giorgia che ricorda l’infanzia trascorsa quotidianamente con la nonna quando, da bambina, prima di andare a scuola le metteva un fazzoletto in una tasca del grembiule e una caramella nell’altra. «E così ci hai accompagnato sempre, affettuosa, generosa, infaticabile, ma anche giusta e severa. Sempre al nostro fianco, nei momenti brutti e in quelli belli. Le tue battute, la tua simpatia, hanno regalato serate di risate a tutti i nostri amici. Oggi ci saluti e te ne vai in punta di piedi, ma rimane di te una lunga scia d’amore. Sono certa che la morte è solo l’alba della vera vita e un giorno ci ritroveremo. Ciao nonna saluta nonno. A Dio», scrive Arianna Meloni.

L’intervista a Quinta Colonna

Memorabile l’intervista di Paolo Del Debbio del 18 maggio 2015 nella quale nonna Maria, che accoglie nel salotto di casa il giornalista («lei è più alto di come a si vede in televisione»), si racconta e regala al pubblico di Quinta Colonna qualche aneddoto su Giorgia: «Da piccola era come adesso, vivace, intelligente, a scuola andava benissimo, soprattutto in inglese che aveva imparato con le cuffie e la musica di Michael Jackson, lo ho ha imparato così e lo sa bene, ci andava pure a letto con quelle cuffie. Con un’ora aveva fatto tutti i compiti e poi andava in sezione, ha cominciato a fare politica a 15 anni, radunava sempre tanti ragazzi e ragazze, tutti appresso gli andavano, e la sorella uguale», racconta nonna Maria con orgoglio. Poi confessa di soffrire, «mi viene l’ansia, devo girare canale, finché non sta zitta», quando vede Giorgia che si arrabbia in tv,  «quando trova qualche cretino dall’altra parte che dice un sacco di stupidaggini. Invece sono molto soddsfatta quando vedo che fa sta’ zitti gli altri».

I funerali di nonna Maria si svolgeranno giovedì a Roma alle 12,30 nella chiesa di San Filippo Neri in Eurasia (via delle Sette Chiese 103). A Giorgia, Arianna, alla signora Anna e a tutta la famiglia giungano le più sentite condoglianze del “Secolo d’Italia»

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi