Di Battista esilarante: «Salvini lavori di più, pago anch’io il suo stipendio».Ma lui che lavoro fa?

sabato 18 Maggio 14:37 - di Ernesto Ciecaquaglia

«Salvini lavori di più, pago anch’io il suo stipendio»: Alessandro Di Battista tenta così, goffamente, di partecipare alla lapidazione pentastellata del Capitano che si sta svolgendo in questi infuocati giorni di campagna elettorale. Anche se giura di non essersene mai andato, Dibba è stato per più di un anno in giro per il mondo. E si vede. L’esilarante attacco del Di Battista a Salvini avviene attraverso una intervista rilasciata al Corriere della Sera.  «È una questione – dice Dibba -politica, non personale. Sono un semplice cittadino, lo stipendio a Salvini lo pago anche io. Vorrei che lavorasse di più: meno marketing e più sicurezza sui territori». L’esponente  pentastellato  dice la sua anche sulla comica “promessa” di Beppe Grillo di mandare a calci nel sedere Salvini al Viminale.  «Era una battuta, ciononostante che un ministro stia di più al suo ministero mi sembra una buona cosa».

Un anno in giro per il mondo: beato lui

A parte il fatto che gli effetti del “lavoro” di Salvini al ninistero dell’Interno tutti l’hanno  constatato in questi mesi con il brusco calo degli sbarchi, a parte questo, viene spontaneo chiedersi: ma Di Battista che lavoro fa? E sì perché l’Alessandro furioso non sembra uno che si ammzzi di fatica: basterà dire che , dopo la decisione di non ricandarsi,  se n’è andato per un annetto in giro per il mondo. Beato lui. Risulta comunque che Di Battista detenga una quota dell’azienda di famiglia. Pare però che l’impresa non navighi attualmente in buone acque. Da parte  nostra i più fervidi auguri di rilancio. Ma forse  il Dibba farebbe  meglio a dedicarsi di più all’azienda e meno ai viaggi. Sono affari suoi? Certo, ci macherebbe altro. Però almeno non si metta a sparare sentenze su quello che fanno gli altri. La massima evangelica della trave e della pagliuzza dovrebbe pur avergli insegnato qualcosa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Stefano 22 Maggio 2019

    Salvini è pagato profumatamente dai cittadini, Di Battista dopo un mandato, ha lasciato senza nulla a pretendere e dopo aver restituito parecchi soldi che il buon Salvini e tutti i suoi colleghi si sono invece tenuti; Di Battista ora non percepisce soldi dei cittadini e quindi cosa faccia del suo tempo e affar suo e questo deve essere insidacabile e indiscutibile mentre è assolutamente discutibile che un giornale faccia un articolo su un argomento che non è nemmeno un pettegolezzo da bar… Per quel che riguarda il lavoro di salvini come Vice Premier e ministro degli interno sorvoliamo… Non mi risulta sia lui a decidere quando e quali porti si aprono e si chiudono e in quanto a rimpatri che invece dovrebbe essere suo compito se non sbaglio siamo molto indietro e per quel che riguarda altre iniziative della lega in questo governo ? Bah….

  • Pietro 18 Maggio 2019

    Ecco perche’ state per evaporare. Continuate cosi’ a sparare cavolate e manca pochissimo.

    Voi giornalai ma veramente siete ancora convinti che la gente e’ cosi’ strumentalizzabile come negli anni 40?

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica