Denuncia di Cangemi: «A Roma c’è il rischio di chiusura anticipata per 500 scuole»

giovedì 30 maggio 11:47 - di Redazione

«Il sindaco Raggi garantisce l’assistenza ai nidi e scuole d’infanzia fino al 18 giugno. Dal giorno 19 la competenza, ad oggi in capo a Roma Multiservizi, passa ai Municipi che dovranno indire ed assegnare una gara in soli 18 giorni. È evidente il rischio di chiusura anticipata per 500 strutture romane che creerà disagi a circa 30mila famiglie. Per non parlare delle ripercussioni su 2.500 lavoratori di Roma Multiservizi attualmente impiegati in questa commessa che si vedono nuovamente bastonati dalla Giunta Raggi», denuncia il vice presidente del Consiglio regionale del Lazio, Giuseppe Cangemi, secondo il quale non solo non sono state mantenute le promesse di stabilizzazione occupazionale “ma si procede ad ulteriori tagli ai servizi, incapace di mantenere le promesse di stabilizzazione Roma Multiservizi”. Con una nota inviata ai municipi, il Dipartimento capitolino competente ha demandato loro il compito di acquisire direttamente sul mercato le ore necessarie al servizio di assistenza per 8 giorni di giugno e per le strutture che rimarranno aperte a luglio. «Ancora un’azione irresponsabile dell’amministrazione Raggi che, a causa di manifesta incompetenza, colpisce i cittadini romani. Anche i più piccoli», conclude Cangemi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi