Da Forza Italia antifascismo militante. Già dimenticate le cose buone di Mussolini…

sabato 4 maggio 14:28 - di Francesco Storace

La volatilità delle opinioni. Ormai l’impazzimento è generale e pure Forza Italia non si sottrae al raptus. Salvini parla a Forlì dal balcone del Duce? Ed ecco l’esplosione di una specie di antifascismo militante in salsa azzurra. Si caratterizza per le urla più sguaiate Saverio Romano, che nelle isole punta a superare Berlusconi alle europee. E dice: “In Italia abbiamo un ministro dell’Interno che ha giurato sulla Costituzione e che ciononostante imita Benito Mussolini, nel linguaggio, nell’atteggiamento, nelle idee. Attenzione: non è soltanto cattivo gusto e spregio della democrazia”.  Di più: “Salvini usa questi simboli perché manda dei chiari messaggi al mondo dell’estrema destra. E’ per questo che ha concluso il suo tour in Emilia-Romagna con un comizio improvvisato, affacciandosi al balcone del Comune di Forlì, lo stesso dal quale Mussolini aveva assistito all’uccisione dei partigiani e aveva parlato alla piazza. Tutto ciò non è soltanto assurdo ma anche vergognoso. Nessuna democrazia può permettere che un ministro si atteggi e si comporti da dittatore“.

Eppure Berlusconi e Tajani…

Dunque, uno storico in Sicilia. Che però milita nello stesso partito oggi coordinato con pieni poteri da Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, che poche settimane orsono se ne andò in radio a parlare delle “cose buone di Mussolini”. Certo, con retromarcia inclusa. Ma certo con un giudizio che non era una novità fra gli azzurri.
Come dimenticare quel memorabile “Mussolini proprio un dittatore non era” di Silvio Berlusconi ancora immortalato su YouTube? E quel “Mussolini non ha mai ammazzato nessuno” gelosamente custodito negli archivi del Corriere della Sera? In fondo, “per tanti versi fece bene“, sintetizzò Il Giornale di famiglia.

Agli elettori quel nome piace ancora…

Domanda a Saverio Romano: lo sa che si è candidato nelle liste del partito in cui figura anche Alessandra Mussolini? E lo sa che la nipote del Duce concorre anche nella circoscrizione sud per tentare di togliere voti a Caio Giulio Cesare Mussolini, che sta in Fratelli d’Italia? Vuoi vedere che tra gli elettori il nome del Duce tira ancora?
Bye Bye, Saverio. Che è l’unica modalità per non doverti dire in italiano saluto Romano

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza