Commerciante ucciso a Viterbo: fermato un immigrato di 25 anni. Meloni: sconti tutta la pena

sabato 4 maggio 17:00 - di Redazione

Una persona, a quanto apprende l’Adnkronos, è stata fermata in relazione all’omicidio del commerciante di Viterbo. Il fermo sarebbe scattato nel corso di un’operazione congiunta eseguita da polizia e carabinieri. I riscontri sono in corso, la sua posizione è ora al vaglio degli investigatori. È uno straniero, un sudamericano di 25 anni. Norveo Fedeli, 74 anni, ucciso a sprangate ieri nella sua jeanseria a Viterbo. L’uomo sarebbe stato bloccato da polizia e carabinieri a Capodimonte, paese del viterbese sul lago di Bolsena. ”Fermato il presunto assassino del commerciante di Viterbo: si tratta di uno straniero residente in un paesino della zona. Grazie a inquirenti e Forze dell’Ordine. Chi delinque ha le ore contate. È la migliore risposta a chi cerca polemiche: io faccio parlare i fatti”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

”Di fronte ad un evento tragico come l’omicidio del commerciante Norberto Fedeli solo incredulità e sdegno. Incredulità perché l’evento tragico è avvenuto in pieno giorno e nel centro storico di Viterbo, sdegno perché ancora una volta ad essere vittima è un commerciante che dedicando la vita alla sua attività ha contribuito a mantenere vivo uno dei tanti splendidi centri cittadini, luoghi di vita, di comunità e di attrazione turistica”. Lo dichiara il presidente di Confcommercio Lazio Giovanni Acampora sull’omicidio di ieri nel centro di Viterbo. ”Sicurezza e legalità sono temi sempre vivi nell’agire di Confcommercio Imprese per l’Italia come dimostra, tra l’altro la nostra Giornata nazionale ad essi dedicati, fortemente voluta e tenuta viva dal Presidente Sangalli. È in gioco non solo la vivibilità delle città e dei territori, ma in particolare la possibilità di perseguire un’economia sana e di sviluppo. Come Confcommercio Lazio porteremo avanti la richiesta di maggiore sorveglianza soprattutto attraverso le nuove tecnologie come ad esempio la videosorveglianza e continueremo a collaborare in modo attivo con Istituzioni e Forze dell’Ordine anche con Protocolli ad hoc”. Intanto oggi si svolge la manifestazione “Mai in silenzio” contro ogni forma di violenza. L’appuntamento è alle ore 17 in piazza della Rocca da dove partirà il corteo che si snoderà fino a San Faustino, piazza del Sacrario per poi ritornare al punto di partenza dove ci saranno alcuni interventi dal palco.

“Non è possibile morire a 73 anni in questo modo dentro la propria attività. Un grazie alle Forze dell’Ordine per l’arresto tempestivo, ma ora mi aspetto una risposta chiara da parte della giustizia: questo criminale deve scontare tutta la pena. Tolleranza zero verso chi viene in Italia per delinquere”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza