Carfagna: «Il governo Conte seppellisce il Paese sotto la bramosia del consenso»

mercoledì 22 maggio 10:48 - di Massimo Baiocchi
Carfagna

Forza Italia continua a credere nel centrodestra perché «ha sempre avuto una funzione stabilizzatrice, nella sua storia ha evitato di far pendere la bilancia dal lato degli estremismi. Dobbiamo tornare a quello spirito e a quella lezione». Così Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, in un’intervista a Il Giornale. «Le forze sovraniste hanno accarezzato l’idea di svuotare Forza Italia e annetterla. Le Regionali hanno dimostrato che questo progetto è fallito, gli elettori non vogliono il monopolio di una parte e chiedono un baricentro moderato. Chi vuole logorare il centrodestra fa un favore a Pd e M5S», prosegue Carfagna. «Il governo è finito, il premier Conte è stato sfiduciato dal numero due della Lega, Salvini e Di Maio si danno del ladro e dell’incapace, stanno seppellendo il Paese sotto la bramosia del consenso».

E intanto, aggiunge Carfagna, «l’economia è ferma, non c’è traccia di crescita, la disoccupazione giovanile aumenta, si approvano provvedimenti costosi che non portano crescita e costano più di 15 miliardi di euro, con un aumento dell’Iva che costerà 500 euro a persona». Forza Italia propone di: «Ridurre il cuneo fiscale, aumentare i salari e creare una no tax area per il Sud. Costerebbe 5 miliardi, molto meno del solo reddito di cittadinanza. E farebbe ripartire il Paese», conclude.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza