Cagliari, si rompe uno dei 31 ovuli di eroina ingeriti: nigeriano in coma

sabato 18 maggio 16:26 - di Redazione

Ingerisce 31 ovuli di droga, ma uno si rompe durante la notte e finisce in coma per tre giorni. Poteva finire decisamente peggio di come era cominciata la storia di un 29enne nigeriano arrestato in fragranza di reato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio dai carabinieri della Compagnia di Iglesias, in Sardegna. L’uomo, attualmente piantonato in ospedale, è un incensurato residente nella cittadina sarda, identikit perfetto per un anonimo trasportatore di droga, probabilmente ingaggiato proprio per non attirare sospetti. il nigeriano, infatti si era recato in continente, a Perugia per l’esattezza dove si è rifornito di droga racchiusa in ben 31 ovuli di eroina, tutti  ingeriti.

L’uomo, incensurato, è piantonato in ospedale

Ma non tutto è filato liscio come immaginava o come i suoi capi gli hanno lasciato credere. Durante la notte tra domenica e lunedì scorso, infatti, un ovulo contenente eroina si è rotto causandogli un forte dolore addominale che ha costretto lui e la fidanzata a richiedere l’aiuto di carabinieri e del 118. Prontamente soccorso, lo spacciatore nigeriano è stato ricoverato nell’ospedale di Iglesias e dalla mattinata di lunedì sono partite le indagini dei carabinieri della locale Compagnia che lo hanno monitorato nel decorso ospedaliero per comprendere meglio i contorni della vicenda.

Il nigeriano aveva in pancia 400 grammi di droga

L’epilogo della vicenda proprio in queste ore, con lo spacciatore che usciva dal coma e con il recupero di tutti i 31 ovuli di eroina per un peso complessivo vicino ai 400 grammi. Un quantitativo considerevole, se solo si pensa che quattro etti di polvere bianca possono essere immessi sul mercato con sostanze da taglio ed arrivare a fruttare circa 30 euro al grammo, sintomo di un mercato florido. I militi di Iglesias hanno già avviato le dovute indagini, anche fuori dalla Sardegna, per comprendere le dinamiche del traffico. Il nigeriano, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in arresto e sarà piantonato in ospedale fino alle complete dimissioni. Una volta guarito, sarà trasportato nel carcere di Cagliari- Uta.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza