Bassa affluenza alle urne? Si verifica anche perché non a tutti è di fatto garantito il voto

domenica 26 maggio 17:16 - di Fabio Bray

Affluenza alle urne bassa, alle ore 12 solo il 16,72 % degli aventi diritto si è recato alle urne…motivato anche dalle leggi e regolamenti elettorali …ingessate.

Un cittadino Italiano fuori dal suo comune di residenza, non può esprimere il suo voto secondo il principio vincolante ed intransigente della territorialità, ovvero solo appartenenti alle Forze dell’ordine in servizio, personale di volo e di qualche altra categoria possono, votare in altro seggio di altro comune…di altra città rispetto a quelle di residenza e d’iscrizione nelle liste elettorali. In passato esisteva il lunedì elettorale per consentire a chi impossibilitato di votare. Ora il cosiddetto election Day – Forza dirompente della globalizzazione – non sembra abbia migliorato di primo acchito il rapporto Cittadino tornata elettorale.

Per chi si sposta rientrando nella città o paese natale con giusta causa certificata di carattere familiare, assistere genitori anziani certificati con diagnosi serie complicate di stampo chemio terapico il voto in quei seggi di quel comune non è consentito.

A tali soggetti, tanti o pochi che siano, viene negato un diritto inalienabile garantito dalla costituzione paradossalmente per assolverne un altro di ordine etico – morale -civile ovvero assistere genitori certificati anche con la legge 104.

Basterebbe poco… controllo telematico incrociato timbro scheda elettorale ed eventuali truffe di genere dei soliti noti furbetti del quartiere volatizzate.

Troppa grazia auspicare il voto per corrispondenza come avviene per gli Italiani residenti all’estero o come avviene nella civilissima Svizzera…

Certo rispetto al fallimento conclamato ed ufficializzato via facebook furtivamente in tarda serata di ieri sera di nota catena commerciale dove 1800 dipendenti avvertono il licenziamento come la spada di Damocle pendente sulla loro testa e rispettive famiglie il non voto secondo il principio della “sovrana” territorialità diventa un’inezia, ma proprio dall’apparenti bazzecole di sostanziale significato si evince il civismo di un popolo….di un Paese. Navigare necesse est!

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi