Attenzione, da Bruxelles sta per partire la procedura d’infrazione contro l’Italia

lunedì 27 maggio 20:23 - di Caterina Ronchieri

In via ufficiale non dice nulla nessuno, ma in via ufficiosa ai piani alti sta trapelando la notizia. Off the record ormai al Berlaymont, il palazzo di vetro che ospita i vertici della Commissione Europea di Bruxelles, confidano che sta partendo la procedura d’infrazione contro l’Italia per lo sforamento del deficit del 2018.

La potente macchina della Commissione Europea si è messa in moto, e l’Italia sarà presto chiamata a rispondere degli sforoni contenuti nella manovra economica del 2018.

Gli alti funzionari sono pronti, i calcoli sono stati fatti e rifatti e ai piani alti hanno già sfoderato la penna. La lettera che comunica all’Italia la presentazione del rapporto che chiede l’apertura della procedura per deficit eccessivo è quasi pronta, arriverà a Roma entro questa settimana, probabilmente mercoledì. .

Con la richiesta di apertura della procedura d’infrazione, la Commissione può’ chiedere un deposito che arriva fino al 0,2% del pil (ma che può essere ridotto o cancellato con adeguata motivazione).

Il rapporto sarà adottato il 5 giugno, ormai danno la notizia per sicura.

Una procedura che vale il 0,2 % del Pil del 2018, quindi di circa 3,5 miliardi di Euro.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi