Allarme per barcone in avaria in acque territoriali libiche. A bordo 150 persone

mercoledì 8 maggio 16:05 - di Redazione

Un barcone in avaria con a bordo 150 persone, tra cui donne e bambini. A lanciare l’allarme è Alarm Phone, la linea telefonica per i migranti in difficoltà nelle acque del Mediterraneo, con un un tweet. «Le autorità di #Rome, #Valletta e #Tripoli sono informate. A bordo urla e panico. I migranti – riporta il testo – stanno usando vestiti per cercare di bloccare il buco. Urge soccorso immediato!».

Alarm Phone ha segnalato le coordinate del barcone al comando generale della Guardia costiera, a Roma, a Malta e a Tripoli. Un aereo della flotta europea di Eunavformed si è diretto verso la zona del soccorso così come una motovedetta della guardia costiera libica. Il barcone si troverebbe ancora in acque libiche dove la Mare Jonio, l’unica nave umanitaria al momento nel Mediterraneo, non può entrare. Sul caso è intervenuta immediatamente la ong Mediterranea di Luca Casarini. «Il natante che sta imbarcando acqua da una falla si trova in acque territoriali libiche, dove alla #MareJonio è vietato entrare. Fate presto: 150 persone, bambini, donne e uomini rischiano di affondare!». L’ultimo contatto di Alarm Phone con l’imbarcazione è delle 13.49 quando due persone a bordo erano segnalate in condizioni molto critiche.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza