Abuso d’ufficio, Di Maio perde la testa con Salvini e passa al turpiloquio: «Più lavoro e meno str…»

giovedì 23 maggio 13:52 - di Leo Malaspina

Abuso d’ufficio nuovo terreno di scontro tra Lega e M5S. Il Carroccio vuole abolire il reato, per i Cinque stelle non se ne parla. “Io voglio scommettere sulla buona fede degli italiani, degli imprenditori, degli artigiani, dei sindaci. Abbiamo una burocrazia e una paura di firmare atti, aprire cantieri sistemare scuole, ospedali. Assolutamente” ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervenendo a Radio Anch’io, trasmissione di Radiouno. «Io faccio quello che ritengo sia giusto per gli italiani, bisogna togliere burocrazia, togliere vincoli, fare, liberare – ha aggiunto – Se uno ruba e lo becco, lo metto in galera e se ruba da pubblico ufficiale si prende il doppio della pena ma non possiamo per presunzione di colpevolezza bloccare tutto». Del resto, aggiunge, «anche il presidente dell’Anac Cantone e il premier Conte sono d’accordo con me sulla necessità di modificare il reato…».

Ieri, però, Luigi Di Maio aveva avvertito: «Ho sentito dire che qualcuno vorrebbe abolire il reato. Io ringrazio tutti i sindaci d’Italia per il lavoro che fanno, ma se qualcuno pensa di poter aiutare qualche governatore abolendo il reato, allora troverà non un muro, ma un argine da parte del M5S». Oggi poi ha rincarato la dose con toni decisamente netti e un monito lanciato via social: «Sia chiara una cosa, per noi il governo va avanti, ma a un patto: più lavoro e meno stronzate!».

«Come si fa a dire che si vuole dare battaglia alla mafia e alla camorra con un decreto e poi subito dopo incitare all’abolizione del reato di abuso d’ufficio? Dov’è la logica?» chiede Di Maio rispondendo a Salvini che si è detto favorevole all’abolizione del reato. «È un reato – sottolinea il vicepremier M5S – in cui cade spesso chi amministra, è vero, ma se un sindaco agisce onestamente non ha nulla da temere. Non è togliendo un reato che sistemi le cose. Ma che soluzione è? Il prossimo passo quale sarà? Che per evitare di far dimettere un sottosegretario togliamo il reato di corruzione?».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • avv. alessandro ballicu 23 maggio 2019

    salvini sta facendo di tutto per perdere il consenso elettorale.
    il reato di abuso d’ufficio, perltro difficilissimo da dimostrare, è purtoppo molto diffuso perchè punisce tutti quegli amministratori pubblici (sindaci, assessori, ministri etc) che ,violando le leggi, favoriscono i loro amici a scapito di altri soggetti, che avrebbero diritto di vincere concorsi , appalti pubblici etc
    la destra, per essere credibile, deve essere i prima fila per punire severamente tutti i delinquenti non solo i rapinatori ma anche chi lo fa in giacca e cravatta.
    altrimenti inutile lamentarsi se la magistratura svolge il proprio ruolo

  • In evidenza

    contatore di accessi