Vineria 19 – Roma

lunedì 15 aprile 0:01 - di Redazione

Vineria 19
Piazzale Adriatico, 19 – 00141 Roma
Tel. 06/87181745
Sito Internet: www.caffedelleartiroma.com

Tipologia: enoteca con cucina
Prezzo: pinse 7/12€, piatti caldi 6/15€, dolci 5€
Giorno di chiusura: mai

 OFFERTA
Situata vicino al più noto bar pasticceria Rosati, la Vineria 19 si propone come locale per lo più adatto a un aperitivo o a una cena informale. Il menù, che non esiste, è scritto su una lavagna oppure raccontato a voce dai camerieri, i quali, tra qualche imprecisione e leggerezza, svolgono il loro lavoro in modo informale e cortese. L’offerta si basa prevalentemente sulle pinse, di livello discreto e con vari farciture disponibili – noi abbiamo assaggiato la focaccia al rosmarino e la classica margherita – affiancate da altri piatti caldi che contemplano dei primi e dei secondi, come la polenta servita in vari modi: buone sia quella con sugo di salsiccia e spuntature di maiale che quella con friarielli e crema di pecorino, meno quella con il ragù di cinghiale che scontava un sugo lento e senza mordente; stesso difetto per le fettuccine condite allo stesso modo. Discreto lo stinco di maiale con contorno di zucchine e patate troppo unte. Tra i diversi dolci disponibili, abbiamo optato per una rivisitazione del crumble di mele, in realtà una coppetta con della crema e dei pezzetti di mele e sopra il crumble, nel complesso un po’ troppo dolce. La lista dei vini, come d’altronde il menù, non esiste, quindi non è dato sapere prima il costo della bottiglia a meno che non si chieda direttamente al personale che però non sempre è in grado di rispondere correttamente alle domande sulle tipologie di vini presenti…

AMBIENTE
Il locale è ampio e suddiviso in più sale arredate in modo rustico e informale, con sedie e tavoli in legno ricoperti da tovagliette in carta paglia. All’esterno c’è un ampio dehor fruibile non solo nella bella stagione, ma anche quando il clima ancora non è del tutto caldo grazie alle stufe a gas.

SERVIZIO
Informale, cortese ma poco preparato, sia nella descrizione dei vini che in quella dei piatti.

Recensione a cura di: Il Saporaio – La Pecora Nera Editore –

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza