Trump all’attacco dei media spazzatura: «Il Nyt deve chiedermi scusa in ginocchio»

martedì 23 aprile 15:52 - di Redazione

Stampa spazzatura. Donald Trump apre la sua giornata con una raffica di tweet per affrontare uno dei temi preferiti: gli odiati media. Se si escludono gli elogi per l’emittente “amica” Fox, il presidente americano lancia critiche spietate alla Cnn e al New York Times, «vero nemico del popolo» che «dovrà inginocchiarsi e chiedere perdono».

L’inquilino della Casa Bianxa esordisce sparando a zero contro il Nobel «Paul Krugman, del Fake News New York Times che – dice – ha perso tutta la credibilità, come ha fatto lo stesso Times, con i suoi pezzi falsi ed estremamente imprecisi su di me. È ossessionato dall’odio, così come gli altri sono ossessionati da quanto lui sia stupido. Ha detto che il mercato sarebbe crollato, invece è da record». «Mi chiedo – aggiunge Trump – se il New York Times si scuserà con me come ha fatto dopo l’elezione 2016. Ma stavolta dovranno essere scuse maggiori e migliori. Stavolta dovranno inginocchiarsi e chiedere perdono. Sono davvero il nemico del popolo».

Quanto alle televisioni nella classifica dei buoni c’è lo show politico Fox and Friends , definito nettamente il «migliore» in onda la mattina in televisione. «Ha giustamente i migliori indici d’ascolto, non c’è nessun confronto con gli altri», dice “massacrando” tutti gli altri . Uno degli show di punta della Msnbc, Morning Joe, viene ribattezzato Morning Psycho (Joe). Al programma – dice ironico il presidente americano – va riconosciuto un merito: «Mi ha aiutato ad essere eletto nel 2016 mandandomi in onda, gratis, in continuazione. Poi è precipitato, troppo rancoroso, stupido e sgradevole». Il record della faziosità va, come sempre, alla Cnn: «Un disastro – dice – ai vecchi tempi se eri presidente e avevi una buona economia era sostanzialmente immune da critiche. Oggi, da presidente, ho forse la migliore situazione economica della storia e per i media mainstream questo non significa nulla. Ma lo farà! I dem radicali di sinistra, insieme ai loro leader nei Fake News Media, hanno totalmente perso la testa. Credo che questo significhi che l’agenda repubblicana sta funzionando», conclude, dando appuntamento alla prossima puntata. «Restate sintonizzati!».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi