“Scorreva tanto sangue”: paura alla Stazione Tiburtina, straniero prende a bottigliate un residente (Video)

venerdì 26 aprile 10:31 - di Greta Paolucci

Ancora una violenta aggressione alla Stazione Tiburtina di Roma.Ancora una vittima innocente del degrado e dell’impossibilità di mettere in sicurezza luoghi in mano a diseredati, spacciatori, criminali, disadattati dediti, come raccontano anche molti residente della zona, all’abuso di alcool e allo spaccio di droga, con tutto quello che ne consegue in termini di violenza e pericolosità. E così, nel Bronx degli scali ferroviari romani c’è paura: le stazioni, termini come Tiburtina, sono ormai incontrastati epicentri di un degrado terrorizzante in cui emarginazione e malavita sono le coordinate di riferimento di un’umanità varia che, all’interno di un microcosmo attivo 24 ore su 24, ha imparato a dividersi il territorio per bande e a spartirsi le opportunità criminali.

Far West alla stazione Tiburtina: straniero ubriaco aggredisce a bottigliate un residente. Le testimonianze choc

E allora, tra scippi, borseggi, rapine, tentati stupri, stavolta nel mirino dell’ultimo sbandato è finito un giovane che, secondo le ricostruzioni dei testimoni di quanto accaduto mercoledì scorso in via Teodorico, nelle vicinanze di un minimarket, sarebbe un residente di piazza Bologna. Il balordo che lo avrebbe assalito con violenza, invece, qualcuno sostiene possa essere un immigrato nordafricano, altri ne dubitano. E incertezza e confusione regnano sovrani: lì’aggressore, infatti, è riuscito a dileguarsi nel buio prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. ma quanto da lui riuscito a combinare nel frattempo ha lasciato il segno: sul volto della vittima che, presa a bottigliate dall’uomo, sicuramente ubriaco, ha riportato lacerazioni e ferite in fronte, e nella memoria del malcapitati residenti che difficilmente dimenticheranno l’efferato spettacolo a cui sono stati costretti ad assistere.  Come riferisce allora uno dei testimoni dalle colonne de Il Giornale che all’inquietante vicenda dedica ampio spazio sul suo sito, con tanto di video correlato,  «uno straniero in preda ai fumi dell’alcol ha preso a bottigliate un residente», un ragazzo che vive nel quartiere, è la denuncia del Comitato Cittadini Stazione Tiburtina a corredo di un video postato da Il Giornale, «che documenta il Far West quotidiano con cui si confronta chi vive all’ombra del secondo snodo ferroviario della Capitale». «Quello è un covo di disadattati che si stordiscono di alcol e spacciano in mezzo alla strada, commenta Donato, titolare della pizzeria accanto – riferisce sempre Il Giornale – sono corso fuori dal locale quando ho sentito le urla – dice – e mi sono trovato davanti una scena da brividi, ho visto il sangue scorrere per terra e una bottiglia di birra in frantumi. Situazioni ormai all’ordine del giorno che rendono invivibili le giornate, insicuri i luoghi, impossibili le attività commerciali. Ma dal Campidoglio tutto tace e continua a tacere…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi