Scafisti abbandonano 18 curdi su un isolotto disabitato delle Tremiti. Tra loro, donne e bambini

martedì 23 aprile 19:31 - di Redazione

Gli scafisti li hanno abbandonati a Capraia, una delle isole disabitate (quelle abitate sono San Nicola e San Domino) dell’arcipelago delle Tremiti, in provincia di Foggia, e se ne sono andati. Diciotto migranti di presunta nazionalità curda sono stati soccorsi dalla struttura comunale e dalla guardia costiera. «La segnalazione ci è arrivata nel pomeriggio, verso le 15.30», spiega il sindaco delle Tremiti Antonio Fentini all‘Adnkronos. «Ora li abbiamo portati in una struttura di accoglienza in via Benedettini nell’isola di San Domino e li stiamo rifocillando. Ci sono anche dei letti»’. Forse sarà lì che passeranno la notte. La popolazione esigua delle isole si è mobilitata per prestare per prestare assistenza. «Chi porta coperte, latte, cibo, vestiario», riferisce ancora il primo cittadino. Ci sono 9 bambini, 4 uomini e 5 donne. Hanno riferito di essere arrivati su una barca a vela e di essere partiti dalla Turchia. Dichiarazioni che dovranno essere verificate. “Due bambini e un uomo presentano una forte tosse. Li abbiamo fatti visitare da un medico“, conclude Fentini. Ma forse per loro sarà necessario trasferirli con una motovedetta sulla terraferma per esserecurati in modo appropriato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi