“Salva Roma”, Alemanno lancia l’allarme: «Ora il Comune è a rischio default»

mercoledì 24 aprile 15:20 - di Redazione

”Con la nuova formulazione del decreto Salva Roma l’unico effetto è quello di aumentare il rischio che il Comune di Roma vada in default”. Lo afferma l’ex-sindaco di Roma, Gianni Alemanno che aggiunge: “Abolire la gestione commissariale e trasferire tutto il debito storico (quello precedente al 2008 e quindi dovuto alle amministrazioni precedenti alla nostra) in capo all’amministrazione comunale significa mettere ancora più sotto stress le finanze di Roma Capitale”. “Altro che abolire l’addizionale Irpef per i romani, qui si rischia che tutto il gettito fino ad ora raccolto non sia sufficiente a pagare le rate dei mutui. E ricordo – osserva Alemanno – che se la Capitale fallisce anche il nostro rating nazionale sarà durante colpito, con l’aumento degli interessi sul debito pubblico italiano. Quindi un danno per i romani ma anche per tutti gli italiani.”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza