Polizia, tutti i dati del contrasto al crimine: calano furti e rapine, aumentano le violenze contro i minori

mercoledì 10 aprile 11:27 - di Giorgia Castelli

Calano omicidi, furti e rapine ma aumentano le violenze sessuali, anche quelle commesse sui minori. Sono questi i dati sul contrasto al crimine da parte della Polizia nel 2018 presentati nel 167esimo anniversario della fondazione. Le chiamate al 113 nello scorso anno sono state oltre 7,6 milioni con una media di quasi 21 mila al giorno. A preoccupare, tuttavia, sono gli abusi sui minori di 14 anni che sono passati da 234 nel 2017 a 258 nel 2018 e le denunce per atti sessuali con minorenne, dai 14 ai 18 anni, sono cresciuti da 157 a 216.

Sono 13 i latitanti catturati nel 2018: otto di questi sono stati arrestati all’estero e due rientrano nell’elenco dei latitanti pericolosi. Le persone arrestate nel 2018 dalla polizia sono in tutto 5.173: di queste 990 sono stranieri. La maggior parte degli arrestati sono albanesi e nigeriani. Tra le nazionalità straniere maggiormente colpite dai provvedimenti restrittivi si evidenziano quelle albanesi (214) e nigeriane (202), marocchine (171), romene (88) e tunisine (58). Diverse sono state le indagini contro la criminalità mafiosa, con l’arresto di 1.293 soggetti. Particolare interesse è stato rivolto anche all’aggressione dei patrimoni della criminalità, con il sequestro e la confisca di beni per un valore complessivo stimato in oltre 150 milioni di euro. Nell’ambito del traffico e della tratta di esseri umani

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

   

In evidenza

contatore di accessi