Paura a Treviso, maestra ha la Tbc: 36 contagiati nella scuola elementare

domenica 7 aprile 10:43 - di Redazione

Trentasei bambini contagiati dalla Tbc in una scuola elementare di Motta di Livenza. Sono giorni di grande apprensione, in provincia di Treviso, dopo la notizia che una maestra elementare di Motta di Livenza ha trasmesso il batterio a molti piccoli alunni e anche a qualche collega.

Tra i contagiati dalla Tbc anche una collega

Il 5 marzo scorso l’Usl locale ha organizzato una task force per fronteggiare l’emergenza. Un’emergenza che ha portato in ospedale l’insegnante e un suo alunno, mentre altri sette compagni di classe si sono ammalati. E tra i contagiati c’è anche un’altra maestra. Tutti per una forma acuta di tubercolosi.

Il numero dei contagiati destinato ad aumentare

Per contenere l’epidemia il Servizio d’igiene e sanità pubblica di Treviso ha eseguito controlli su quasi 800  persone tra alunni, personale docente, genitori e 5  scrutatori del seggio che in quell’istituto avevano seguito le elezioni l’anno scorso. I risultati dei controlli (il cosiddetto test di Mantoux) sono stati eclatanti: 10 malati di tubercolosi e trentasei persone positive al contagio. Il sospetto, comunque, è che i numeri siano destinati ad aumentare dato che la finestra d’incubazione della malattia va da un minimo di otto settimane.

Quando è stata contagiata dalla Tbc?

Secondo la Usl di Treviso e l’Istituto superiore di sanità l’emergenza sarebbe comunque già rientrata. Secondo la ricostruzione degli esperti, la causa del focolaio (il “caso indice”) sarebbe la maestra che potrebbe aver contratto l’infezione in anni passati. Si ipotizza, addirittura, durante d’infanzia. Quindi l’avrebbe sviluppata in forma contagiosa solo nei mesi più recenti a seguito di un indebolimento delle difese immunitarie. Andando a scuola avrebbe contagiato chi era a più stretto contatto con lei in ambiente lavorativo. I primi casi infatti sono emersi nella cerchia più vicina alla maestra, che ha contagiato gli alunni della classe in cui insegnava; l’elemento più preoccupante è però che la virulenza del contagio ha raggiunto anche una classe era stata solo per qualche supplenza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza