Panico sul Flixbus: immigrato (con permesso di soggiorno) cerca di dirottarlo

sabato 27 aprile 11:53 - di Liliana Giobbi

Momenti di grande paura sul Flixbus. Un giovane nigeriano prima ha cercato di obbligare l’autista del pullman a cambiare percorso. Poi, una volta fallito il suo progetto di dirottamento e ormai in trappola, ha aggredito gli agenti. Alla fine i poliziotti sono riusciti a bloccarlo.  Il diciottenne – proveniente dalla Guinea con permesso di soggiorno e arrivato in Italia da minorenne – è stato arrestato con le accuse di interruzione di pubblico servizio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’immigrato era salito sul Flixbus senza biglietto

Il Flixbus era partito da Lampugnano. L’immigrato era  riuscito a salire senza biglietto. Una volta che il mezzo ha imboccato l’autostrada A4 in direzione Venezia, il diciottenne si è alzato, ha raggiunto l’autista e lo ha minacciato. Voleva che il mezzo fosse dirottato verso Torino. In quel momento i passeggeri, colti dal panico, hanno dato l’allarme al 112 con decine di telefonate.

Un poliziotto è finito in ospedale

L’autista del pullman ha finto di assecondare le richieste del ragazzo. Si è fermato nell’area di sosta Cinisello Balsamo Lambro Nord, dove il pullman è stato raggiunto da una pattuglia della Polstrada di Seregno. Alla vista degli agenti, il dirottatore è andato su tutte le furie. Ha colpito i poliziotti con violenza, tanto che uno di loro è finito in ospedale con dieci giorni di prognosi. Pochi attimi dopo, grazie all’intervento di una seconda pattuglia e di una Volante, l’immigrato è stato fermato.

Processato per direttissima venerdì mattina, il fermo è stato convalidato. Soltanto tre giorni prima della follia sul Flixbus – proprio nel giorno di Pasqua – il ragazzo aveva dato in escandescenze alla stazione di Lambrate: anche lì aveva cercato di aggredire gli agenti ed era stato denunciato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza