Migliora lentamente la bambina di sei anni lanciata dal terzo piano dal padre

martedì 2 aprile 18:17 - di Redazione

Sta meglio e sta lentamente imparando a tornare alla normalità la piccola N., la bambina di 6 anni che quasi sei mesi fa, il 7 ottobre 2018, fu lanciata dal terzo piano di un condominio del quartiere Paolo VI di Taranto dal padre, al culmine di un litigio telefonico con la moglie con la quale l’uomo aveva in corso una separazione. Lo rende noto la Asl di Taranto. Il fatto avvenne in casa della madre dell’uomo alla quale la piccola era stata affidata insieme al fratellino di 10 anni. Anche quest’ultimo venne ferito alla gola con una coltellata ma se la cavò con pochi giorni di prognosi. La situazione apparve subito molto grave: la caduta aveva causato un trauma cranico commotivo, un trauma facciale e gravi lesioni al torace e all’addome. Dopo un intervento eseguito in urgenza, ad opera del dottor Giovanni Bellanova, e ulteriori interventi eseguiti nei giorni successivi, che sono stati necessari per la risoluzione delle lesioni toraco-addominali e la stabilizzazione dell’emodinamica, e nonostante il lavoro incessante interdisciplinare dei medici e del personale sanitario del presidio ospedaliero centrale Santissima Annunziata, le speranze di sopravvivenza apparivano comunque molto basse.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza