Mangiare cioccolato (fondente) per restare giovani e magri: lo dice la chimica

mercoledì 17 aprile 14:42 - di Redazione

Buone notizie in vista della Pasqua: il cioccolato aiuta a bruciare calorie, a rilassarsi, a combattere l’invecchiamento. A patto, però, che sia fondente extra dark. Meglio ancora se arricchito con fave di cacao. Dunque, promozione piena per il super nero, ricco di virtù grazie alle sue proprietà. Che però non condivide con le altre varietà: attenzione dunque al cioccolato al latte e a quello bianco. «Il cioccolato che fa bene a salute e bellezza è solo quello extra fondente con una percentuale di cacao uguale o superiore al 70%. Il cacao è, infatti, un alimento antiossidante, antidepressivo naturale, energetico, anti-carie e persino di aiuto per ottenere il peso forma. Proprietà, invece, assenti nel cioccolato bianco o in quello al latte. Occorre quindi leggere sempre attentamente l’etichetta: i prodotti più sani sono quelli con una bassissima percentuale di zucchero e la più alta percentuale di cacao. Meglio ancora se arricchito dai semi», spiega la naturopata Cristina Settanni, autrice del libro Fiori del bene, docente presso il College of naturophatic medicine Cnm Italia, che elenca sei proprietà benefiche del cioccolato, spiegando anche a quali componenti si devono. Prima di tutto, migliora la concentrazione, grazie alla capacità di mantenere la mente sveglia e attiva e donarci, in modo gratificante, l’energia necessaria per affrontare gli impegni della giornata. Merito della teobromina e della caffeina, sostanze contenute nel cacao, che mantengono la mente lucida dando la giusta carica. «Quaranta grammi di cioccolato extra-fondente al giorno possono essere di grande supporto nei momenti di surmenage fisico e mentale», chiarisce Settanni.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza

contatore di accessi