«Li licenzierei tutti». Sgarbi contro i presidi che vietano i crocifissi a scuola

martedì 30 aprile 15:17 - di Renato Fratello

«Licenzierei immediatamente tutti i presidi». In occasione di una lectio magistralis a Camogli sulla immagine della Madonna nell’arte, Vittorio Sgarbi ha attaccato i presidi iconoclasti che vietano i crocifissi nelle scuole. «Li licenzierei subito e senza alcun dubbio non per motivi religiosi o di dottrina. Negare il presepe o il crocifisso in aula è negare la nostra cultura, la nostra identità e le nostre tradizioni».

Sgarbi: «Negano la nostra storia»

E poi ha spiegato: «A differenza ad esempio dell’Islam che non permette la rappresentazione della divinità ed arriva all’iconoclastia che abbiamo visto da parte dell’Isis, la rappresentazione del Divino fa parte della nostra cultura. E quindi negare la Croce o la Natività è contrastare le nostre stesse radici e la nostra storia». Infine, l’ultima stoccata contro i presidi: «Ignorano persino che quando dicono l’ora – sono le diciotto e trentacinque – in quel momento stesso dicono che misurano il tempo dopo Cristo. E, insieme a loro, tutto il mondo, cristiani e no».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza