L’ex Br Balzerani presenta il suo libro in una sala del Comune. A Milano insorge il centrodestra

mercoledì 10 aprile 10:44 - di Redazione

A Milano, “in una sala pubblica di un quartiere difficile come Bruzzano, nell’ambito di un ciclo di incontri letterari viene chiamata a presentare il suo libro la ex brigatista Barbara Balzerani, che ha saldato – è vero – il suo debito con la giustizia, ma continua a pontificare in modo insopportabile, e doloroso per le vittime del terrorismo”. La notizia viene così commentata dal Giornale che dà anche conto della protesta di Deborah Giovanati, assessore di centrodestra alla Scuola del Municipio 9, che parla di “schiaffo nei confronti delle vittime dei terroristi rossi” e chiede che il sindaco di Milano dica la sua in proposito. Balzerani del resto gira l’Italia come se fosse una star letteraria e dal suo profilo Fb pontifica su tutto e su tutti.

In occasione del quarantennale della strage di via Fani (lei faceva parte del commando Br), scrisse su Fb: “Chi mi ospita oltre confine per i fasti del quarantennale?”. Un’uscita di pessimo gusto da parte di un ex terrorista che non si è mai né pentita né dissociata. Lei per tutta risposta ha detto che in Italia fare la vittima è diventato un mestiere. Su Fb c’è anche un gruppo a suo sostegno che si chiama “Gli amici di Barbara Balzerani” nel cui ultimo post si invita a condividere un link in cui si chiede lo sciogliemento dell’Arma dei carabinieri.

Tra i commenti più efficaci al protagonismo di Barbara Balzerani va ricordato quello di un altro ex Br, Raimondo Etro, che così commentò all’epoca delle polemiche sul quarantennale di  Moro: “Lei dimentica che chi le permette di parlare liberamente… è proprio quello Stato che noi volevamo distruggere e di cui abbiamo assassinato a sangue freddo i rappresentanti, così pregni di quella stessa schizofrenia che oggi affligge i musulmani che da una parte invidiano il nostro sistema sociale, dall’ altra vorrebbero distruggerlo. Il silenzio sarebbe preferibile all’ ostentazione di sé, per il misero risultato di avere qualche applauso da una minoranza di idioti che indossano la sciarpetta rossa o la kefiah. Ci rivedremo all’ Inferno”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza