La Boldrini (come all’asilo) contro Mario Giordano: “Con te non ci parlo” (video)

mercoledì 24 aprile 14:48 - di Carlo Marini

 

Laura Boldrini non si smentisce mai. L’ultima sparata dell’ex presidente della Camera è andata in onda in diretta tv su La7. «Con te non ci parlo», ha bofonchiato nei confronti del giornalista Mario Giordano. La colpa di Giordano? Avere scritto delle notizie che la Boldrini ha definito “bufale”. Il metodo, ovviamente, non è quello che ci si aspetta da una politica che si riempie la bocca di termini come “democrazia”, “tolleranza” e rispetto dell’altro. Concetti che, evidentemente, valgono solo per gli immigrati e non per gli italiani.

Boldrini detta la linea a Floris

«Io con Giordano non voglio parlare, con chi scrive bufale da anni, non voglio parlare». Così l’esponente di Leu contro l’ex direttore di Studio Aperto. «No, così non funziona, mi perdoni. Se ogni volta che parlo qualcuno mi deve andare sopra non funziona», le parole dell’ex presidente della Camera, a cui ha replicato il conduttore Floris: «Facciamo così, mi incarico io di fare da passaparola tra una e l’altro». La colpa più grave di Giordano? Portare avanti tesi in favore della famiglia, degli interessi italiani e contro l’immigrazione selvaggia. Tesi che fanno inorridire la sinistra italiana.

La concezione di democrazia della Boldrini

Una reazione più da asilo Mariuccia che da Montecitorio, ma non è la prima volta che la Boldrini sceglie la linea della “censura preventiva” nei confronti dell’interlocutore. Ma come si legge tra i commenti su Twitter, «la Boldrini sapeva a priori che avrebbe interloquito con Giordano. Il suo modo di imporre la linea al conduttore (“Floris, così non va bene”), delinea solo il suo becero concetto di democrazia. Democraticamente, se non apprezzava il contraddittorio, poteva starsene a casa».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Silvia Toresi 25 aprile 2019

    Ma “democraticamente” può starsenese sempre a casa.

  • Maurizio Giannotti 25 aprile 2019

    Dite bene! Abbiamo verificato per ben cinque anni che il quoziente intellettivo di donna Laura Boldrini è pari a quello di una bambinetta di 4 anni che va all’asilo (o scuola materna che dir si voglia)!!!

  • In evidenza

    contatore di accessi