Immigrati, Lollobrigida (FdI): col decreto flussi altri 30mila stranieri. A quando un decreto espulsioni?

mercoledì 10 aprile 19:04 - di Redazione

Potranno entrare in Italia 30.850 lavoratori extracomunitari nell’ambito del decreto flussi 2019. Lo prevede il provvedimento del presidente del Consiglio pubblicato in Gazzetta ufficiale e firmato dal sottosegretario Giancarlo Giorgetti. Per motivi di lavoro subordinato non stagionale e di lavoro autonomo, gli stranieri ammessi sono 12.850, per motivi di lavoro subordinato stagionale nei settori agricolo e turistico-alberghiero, la quota è di 18.000 unità. Le quote per lavoro subordinato, stagionale e non stagionale, previste dal decreto, sono ripartite dal ministero del Lavoro e delle politiche sociali tra gli Ispettorati territoriali del lavoro, le regioni e le province autonome. Per la Coldiretti, è già scattata la corsa all’ingresso in Italia proprio dei 18.000 mila lavoratori stagionali extracomunitari. La quota riguarda lavoratori subordinati stagionali di Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Corea (Repubblica di Corea), Costa d’Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Ucraina. Dal “click day”, fissato per il 24 aprile – sottolinea la Coldiretti – è possibile presentare le domande di ingresso on line per i lavoratori stagionali extracomunitari che troveranno occupazione soprattutto in agricoltura che, insieme al turismo, è il settore con maggiori opportunità occupazionali in particolare nelle grandi campagne di raccolta delle principali produzioni Made in Italy: dalla frutta alla verdura, dai fiori al vino fino, ma anche negli allevamenti. In totale – evidenzia la Coldiretti – fra stagionali e permanenti sono 345mila i lavoratori stranieri impiegati in agricoltura, per un totale di giornate di occupazione pari a 29.437.000. Pungente il commento di Fratelli d’Italia: “Nella Gazzetta ufficiale è stato pubblicato il decreto flussi che prevede l’impiego di 30.850 lavoratori stranieri stagionali, non stagionali e autonomi. Nel frattempo i rimpatri degli immigrati irregolari continuano ad essere irrisori nei numeri. A quando anche un decreto espulsioni?”, ha scritto su Twitter il capogruppo alla Camera, Francesco Lollobrigida.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • daria p 10 aprile 2019

    Pur essendo duro da digerire che entrino altre 30mila africani in un Paese gia’ invaso come il nostro, credo che la mossa abbia una valenza politica verso l’UE.
    Cioe’, serve a dire “noi italiani non siamo xenofobi, tant’è che i migranti legali entrano”.
    Di buono, c’è almeno che chi entra sara’ selezionato,lasciando fuori gli avanzi di galera.:

  • In evidenza

    contatore di accessi