Europee, l’Armata Brancaleone di Zingaretti: dopo il no di Saviano punta su Kyenge, renziani e pro-migranti

lunedì 8 aprile 18:23 - di Robert Perdicchi

Vip o aspiranti tali, renziani, “compagni” di sinistra che non sono finite nel calderone boldriniano, ma anche simboli di battaglie (perdenti) del Pd, come quella sull’immigrazione. Sono ore frenetiche quelle che si vivono al Nazareno per comporre il puzzle delle liste alle europee. Nicola Zingaretti stringe e già giovedì, a quanto si apprende, ci sarà la Direzione Pd per votare i candidati per il 26 maggio. Oggi si è chiuso un tassello decisivo, che restava aperto da un po’, dopo aver sondato personalità come Lucia Annunziata e Roberto Saviano. Il capolista al Sud sarà l’ex-procuratore antimafia, Franco Roberti, che andrà ad affiancare Giuliano Pisapia al Nord Ovest, Carlo Calenda al Nord Est, la renzianissima Simona Bonafè al Centro e Caterina Chinnici nelle Isole.  Molti sono gli europarlamentari uscenti che tentano il bis pur giocando in condizioni meno favorevoli del boom con Matteo Renzi. Se il Pd dovesse ottenere attorno al 20% porterebbe a Strasburgo circa 18 deputati contro i 31 del 2014. Hanno fatto sapere che non intendono ricandidarsi Goffredo Bettini, Silvia Costa, Paolo De Castro. In forse Alessia Mosca, Elena Gentile, Enrico Gasbarra.

I possibili nomi al Nord Est

La circoscrizione comprende Lombardia, Piemonte, Liguria e Val D’Aosta. Il capolista è Giuliano Pisapia ma ci sarà anche un’altro milanese conosciuto e di sinistra in lista: l’assessore della giunta di Beppe Sala, Pier Francesco Majorino. Per l’area Calenda si parla dell’economista Irene Tinagli. Diversi gli eurodeputati uscenti. Innanzitutto la capodelegazione dem a Strasburgo, Patrizia Toja, che però dovrebbe ottenere una deroga per aver superato il limite dei mandati. Ed ancora i piemontesi Mercedes Bresso e Daniele Viotti. Dalla Liguria, lo spezzino Brando Benifei, deputato uscente, ma circola anche il nome dell’ex-ministro Roberta Pinotti. Per la Val d’Aosta ci sarà Edda Crosa, ex-dirigente Confindustria.

Al Nord Est c’è la Kyenge

Nel Nord Est (Emilia-Romagna, Veneto, Friuli, Trentino Alto Adige) a guidare la lista Carlo Calenda seguito da Elisabetta Gualmini, vicepresidente della regione Emilia-Romagna, già renziana passata con Zingaretti al congresso. Sempre emiliani anche gli uscenti Cecile Kyenge e Damiano Zoffoli e si parla anche di Antonio Mummolo, consigliere regionale e presidente dell’associazione Avvocato di Strada’. Dal Veneto dovrebbero arrivare in lista Achille Variati, vicentino e già sindaco e presidente della provincia, e anche Antonio Calò, vicino al mondo dell’associazionismo cattolico, premiato a Strasburgo come ‘Cittadino europeo dell’anno’ per aver ospitato a casa sua alcuni profughi. In Friuli c’è l’eurodeputata uscente, Isabella De Monte. In quota Mdp potrebbe essere candidato l’ex-sindaco di Udine, Furio Honsell. Aperta la trattativa anche con Elly Schlein, eletta con il Pd nel 2014 in Europa e poi passata con Possibile di Pippo Civati. Ma i lavori sono in corso.

Al Centro la renziana Bonafè

Nella circoscrizione Centro (Toscana, Umbria, Marche e Lazio) sarà la renziana della prima ora Simona Bonafè a guidare la lista e sabato 13 aprile Zingaretti sarà a Firenze per un’iniziativa di lancio dei candidati toscani alle europee. Numero due dovrebbe essere David Sassoli che si ricandida insieme agli uscenti Nicola Danti e Roberto Gualtieri. Per l’Umbria dovrebbe correre Camilla Laureti, capogruppo della lista civica Ora Spoleto, dopo la sconfitta di misura (80 voti) alle ultime comunali contro il candidato del centrodestra Umberto De Augustinis.

Al Sud il magistrato Antimafia Roberti

Finalmente il capolista. A guidare le liste in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria sarà il magistrato antimafia Franco Roberti e attuale assessore alla Legalità e Sicurezza nella giunta di Enzo De Luca in Campania. Si ricandidano gli uscenti Pina Picierno, Andrea Cozzolino, Nicola Caputo e Giuseppe Ferrandino. Tra i candidati anche Ivan Stomeo, sindaco di Melpignano (la città della Taranta) e presidente dell’associazione Borghi Autentici d’Italia. In quota Mdp dovrebbe essere candidato l’uscente Massimo Paolucci.

In Sicilia c’è anche il medico di Lampedusa

Capolista la siciliana ed eurodeputata uscente Caterina Chinnici per la circoscrizione Isole che comprende Sardegna e Sicilia. In liste come numero 2 il medico di Lampedusa, Pietro Bartolo, noto anche per la partecipazione al film plupremiato ‘Fuocoammare’ e personalità simbolo dell’accoglienza. Dovrebbe essere ricandidata anche Michela Giuffrida, sostenuta dagli zingarettiani siciliani. E per Siamo Europei di Calenda ci sarà Virginia Puzzolo, caposettore
della commissione europea sulla scienza aerospaziale. In forse Giuseppe Antoci, ex-presidente del Parco dei Nebrodi e scampato ad un attentato mafioso. Ancora in corso le trattative in Sardegna, tra i nomi quello di Massimo Zedda.


 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 9 aprile 2019

    Dalla foto mi viene in mente il titolo di un famoso film, ma non ricordo il termine esatto, accipicchia!

  • In evidenza