Di Maio cerca applausi a sinistra e attacca a destra. Vuole rompere con Salvini?

venerdì 5 aprile 15:34 - di Francesco Storace

Luigi Di Maio ha cominciato la lotta partigiana. E pure lui si è messo in testa di strillare al pericolo rappresentato in Europa dall’estrema destra. Da ieri batte su questo tasto e ci è tornato anche oggi. “Il MoVimento 5 Stelle farà un gruppo europeo nuovo, con forze politiche nuove e giovani, completamente svincolate dalle ideologie – ha detto – lontanissima da quell’estrema destra intollerante che cresce e che onestamente mi preoccupa, ma anche da quella finta sinistra che fa gli interessi dei grandi evasori e non delle persone normali”.

Lo aspettano Fazio e Saviano…

Se non ci fosse quel riferimento alla finta sinistra, sembrerebbe scritta da Nicola Zingaretti, col quale magari potrebbe cominciare qualche manovra di avvicinamento. Evidentemente il capo pentastellato preferisce la sinistra “vera” e chissà qual è.
Ma quel che è interessante è il richiamo all’estrema destra. Che poi è un costante del Pd e dei suoi alleati, inclusi quelli televisivi. Da Fazio a Saviano fino a Vauro per finire alla Boldrini e Fiano, tutti denunciano il “pericolo”. Contro chi agitano i drappi rossi? Contro Salvini, è noto. Il che fa interrogare sul bersaglio scelto da Luigi Di Maio.

Ma la sinistra accusa Salvini…

Matteo Salvini è messo sotto accusa da quella sinistra che dice di vedere in lui l’uomo nero. E’ un giochino infantile che va avanti da tempo. Ma se la partita contro “l’estrema destra” la giocano anche i Cinquestelle, è evidente che c’è qualcosa di losco. Perché mettersi ad usare le parole d’ordine dei nemici del suo alleato ha poco senso. O meglio, ha senso se vuoi scatenare la rottura nel governo. E nei panni grillini ci sarebbe un’unica alternativa, proprio l’alleanza con la sinistra che prima del voto europeo chiamano “finta”. Insomma, un bel governo antifascista da scodellare agli elettori. Ma devono trovare i numeri che mettano assieme Giarrusso e la Boschi e tanti altri soggetti. Complicato. Si andrà al voto e per l’infantile Di Maio sarà un brutto giorno.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 5 aprile 2019

    ‘Sto venditore di bibite sgasate non ha ancora capito che ormai è finita anche per lui, sta facendo di tutto per cadere il mucchio per dare colpa poi agli altri. Bravo Gigio, aspetta ancora qualche mese che vedrai

  • avv. alessandro ballicu 5 aprile 2019

    non illudiamoci il potere piace troppo. di maio e salvini purtroppo non romperanno anche se salvini fa un grave errore a non andare ad elezioni anticipate ora per capitalizzare il grande consenso che i sondaggi gli attribuiscono.
    con nuove elezioni il centro destra avrebbe la maggioranza assoluta e potrebbe fare bene.
    dopo le folli riforme di codesto governo l’economia andrà a rotoli e la lega perderà almeno la metà dei voti

  • In evidenza

    contatore di accessi