Caso-Forteto, l’ira di Donzelli: “Il pedofilo Fiesoli deve finire dietro le sbarre quanto prima”

venerdì 12 aprile 15:53 - di Redazione

“Le invettive del pedofilo Fiesoli sulle inchieste per le atrocità commesse sono una medaglia al petto per i magistrati fiorentini che hanno condotto le indagini. Da parte di Fratelli d’Italia totale solidarietà e sostegno al pm Ornella Galeotti e a tutta la Procura di Firenze, che hanno il grande merito di aver scoperchiato l’incredibile vicenda del Forteto”. Lo afferma il responsabile organizzazione di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, commentando le parole pronunciate da Rodolfo Fiesoli a Il Sito di Firenze. “E’ vergognoso che Fiesoli, che non si è mai degnato di presentarsi in tribunale ai numerosi processi che l’hanno visto imputato – sottolinea Donzelli – si permetta adesso persino di offendere le istituzioni che hanno lavorato duramente per dare giustizia alle vittime. Non saranno certo quattro offese di questo personaggio a frenare la giustizia – conclude Donzelli – sosterremo come abbiamo sempre fatto tutti coloro che lavorano per andare in fondo a questa incredibile vicenda”. A caldo Donzelli aveva commentato:  “Le parole di Rodolfo Fiesoli vanno oltre i confini della realtà. E’ vergognoso che questo signore sia ancora in libertà e possa offendere le vittime che hanno subito abusi gravissimi. Acquisiremo il video e indagheremo in Commissione parlamentare su quanto ha detto”, dice il deputato di Fratelli d’Italia già vicepresidente della Commissione d’inchiesta del Consiglio regionale della Toscana sul Forteto. “Le sentenze su di lui non lasciano dubbi – aggiunge Donzelli – ci auguriamo che si faccia in fretta per mettere al più presto la parola fine a questa triste vicenda giudiziaria. Personalmente – conclude – sarò sereno solo quando vedrò lui dietro le sbarre e chi lo ha difeso e protetto fuori da ogni istituzione”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza