A difendere le Ong resta solo la sinistra italiana: «Aiutano i trafficanti», lo dicono pure in Francia

lunedì 8 aprile 12:54 - di Eleonora Guerra

Ormai a difendere le Ong c’è rimasta praticamente solo la sinistra italiana. Anche il partito di Macron, infatti, ammette che di fatto aiutano i trafficanti di migranti. Una constatazione che nei giorni scorsi era già stata fatta dal socialista ministro dell’Interno, Christophe Castaner, che aveva usato toni durissimi, parlando di «vera collusione».

«I trafficanti non aspettano altro»

Ora a dire che i «trafficanti approfittano» dell’intervento delle Ong è stata la capolista de La République en Marche ed ex ministro degli Affari europei, Nathalie Loiseau, che pur volendo salvare la buona fede delle Organizzazioni non governative, deve ammettere che il loro intervento si tramuta in un sostegno alla tratta criminale di uomini. «Sono sicura che le Ong siano sincere, ma i trafficanti ne approfittano», ha detto Loiseau, intervenendo su CNews. «Quando si va in soccorso di persone che annegano lo si fa con sincerità. Ciò che è vero è che i trafficanti non aspettano altro», ha sottolineato l’esponente del partito di Macron.

«Le Ong colluse con gli scafisti»

Ancora più netta era stata la presa di posizione di Castaner. Alla conferenza finale dei ministri degli Interni del G7 che si è tenuta a Parigi, il socialista ha sostenuto che in alcuni casi le Ong hanno instaurato una «vera e propria collusione» con gli scafisti, ricordando che «alcune erano in contatto telefonico con i contrabbandieri».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi