“Sto bene, sto bene, correrò ovunque”. Berlusconi vuole già uscire dall’ospedale…

mercoledì 20 marzo 18:52 - di Redazione

Primo giorno di convalescenza per Silvio Berlusconi dopo il piccolo intervento chirurgico di ieri al San Raffaele di Milano per un’ernia inguinale incarcerata. Berlusconi, assicurano fonti azzurre all’Adnkronos, “sta benissimo”. Tant’è, riferiscono, che oggi ha voluto chiamare i coordinatori regionali di Forza Italia riuniti in piazza San Lorenzo in Lucina per rassicurarli sul suo stato di salute. “Ora sto bene, avevo un forte dolore all’inguine che non auguro a nessuno, ci vedremo la prossima settimana”, avrebbe detto il leader azzurro in diretta telefonica scherzando sul suo intervento. “Mi sento bene, tant’è che volevo andare già in Basilicata domani, ma me lo hanno sconsigliato”, avrebbe detto l’ex premier, tenuto a freno dai suoi più stretti collaboratori, che gli avrebbero suggerito di fare qualche intervista televisiva invece di strapazzarsi con tour elettorali ancora convalescente. “Sicuramente farò così, andrò in tv”, la promessa arrivata di Berlusconi. Il presidente di Fi trascorrerà i giorni di convalescenza al San Raffaele, sotto la supervisione del suo staff medico, guidato dal professore Alberto Zangrillo che assicura: ”Il decorso post chirurgico è il migliore che potessimo attenderci. Ora è necessario solo qualche giorno di convalescenza. Imporre al presidente Berlusconi di fermarsi è sempre un’impresa molto impegnativa”. Non è escluso che già domani l’ex premier possa essere dimesso. “Sono pronto a correre come capolista ovunque alle europee”. Berlusconi, riferiscono fonti azzurre, avrebbe confermato la sua nuova discesa in campo per le elezioni del 26 maggio le corso di una telefonata in viva voce durante la riunione dei coordinatori regionali di Forza Italia, oggi nella sede nazionale di Piazza San Lorenzo in Lucina. Alla fine dell’incontro, durato più di due ore, sarebbe arrivata la chiamata di Berlusconi sul cellulare del deputato Sestino Giacomoni, coordinatore della Conferenza dei coordinatori regionali azzurri, convocata per fare il punto sulle europee. Dopo aver avuto rassicurazioni sul suo stato di salute dopo il piccolo intervento chirurgico di ieri al San Raffaele di Milano per un’ernia inguinale, Giacomoni avrebbe chiesto all’ex premier: “Dottore si candida alle europee?”. ”Io sono ovunque”, avrebbe replicato Berlusconi dando appuntamento a tutti a palazzo Grazioli la prossima settimana. “Dopo il voto in Basilicata, da martedì siamo con la testa sulle europee e sull’assemblea nazionale azzurra prevista il 30 marzo dove chiuderò i lavori”, avrebbe detto il presidente di Fi. In particolare, Berlusconi avrebbe chiesto di partecipare all’assemblea nazionale con tutti gli amministratori locali, dai sindaci agli assessori e consiglieri regionali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza