«Salvini merda, uccideteli tutti, donne e bambini». Incastrati i “compagni” (video)

sabato 2 marzo 14:21 - di Stefania Campitelli

«Salvini merda, bastardi bastardi uccideteli tutti, donne e bambini così non ne nascono più, uccideteli tutti…caz.». Così due ventenni, in preda a un attacco di violenza isterica, hanno urlato davanti alla sede della Lega di Oristano inneggiando allo sterminio dei leghisti. Due giovani, nella serata di mercoledì, a bordo di un motorino si sono affacciati minacciosi di fronte al circolo elettorale della “Lega – Salvini Premier”, in Piazza Tharros. Dopo avere rivolto insulti ai nemici del Carroccio e al leader di Matteo Salvini, uno dei due è andato di fronte alla porta e ha realizzato un video-lampo della durata di 11 secondi circa, accompagnandolo con una inquietante voce fuori campo che scandiva la frase “Salvini merda, bastardi bastardi uccideteli tutti, donne e bambini così non ne nascono più, uccideteli tutti…caz”. Il filmato, in cui era inquadrata la sede della Lega con all’interno alcuni attivisti, è stato immediatamente postato sul profilo Instagram di uno degli autori ed è rapidamente diventato virale (ed è costato la denuncia al ragazzo).

Il video choc è stato pubblicato anche sulla pagina Facebook di esponenti della Lega. «Oristano, gravi minacce e insulti irripetibili contro Salvini e la Lega: lavori socialmente utili per questo poveretto (che le ha pure postate sul suo profilo Instagram!!) e un abbraccio alla Coordinatrice e futuro consigliere regionale Annalisa Mele dove la Lega è il primo partito in città. Avanti tutta!» è il post di Eugenio Zoffili, coordinatore regionale sardo per il Carroccio. In seguito gli agenti della Digos della Questura di Oristano hanno scoperto e denunciato i due ventenni di Oristano per istigazione a delinquere, minaccia e diffamazione aggravata.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza