Roma: donna imbavagliata, legata e chiusa in bagno da ladri travestiti da postini

mercoledì 27 marzo 11:47 - di Fabio Marinangeli

Vestito da postino, insieme a un complice, è riuscito a introdursi in casa di una donna in via Ferdinando Palasciano, nella zona di Monteverde, a Roma. Appena sono entrati in casa, intorno alle 10.40, i due rapinatori hanno minacciato la donna, 53 anni, con una pistola. Si sono fatti consegnare qualche contante, un anello e tre borse firmate. Poi l’hanno legata con delle fascette da elettricista, imbavagliata con del nastro isolante e chiusa in bagno. Infine hanno aperto due casseforti che però erano vuote. I rumori hanno insospettito una vicina di casa che ha avvisato la polizia. Sono in corso le indagini degli agenti del commissariato Monteverde e della Squadra Mobile che stanno cercando di rintracciare i due uomini più un terzo complice, che probabilmente faceva da palo. Durante la rapina infatti sembra che uno dei due parlasse con accento dell’est con una radio walkie talkie.

Dalla donna imbavagliata alla colf infedele

Un altro fatto di cronaca ha visto invece protagonista in negativo una colf di 46 anni, romana. È stata denunciata per furto aggravato e truffa ai danni di una anziana signora sua assistita di 84 anni. La donna, utilizzando il bancomat della vittima, aveva effettuato numerosi prelievi da alcuni sportelli bancari della zona, per un ammontare di circa 10.000 euro. E aveva derubato l’84enne di 10 borse griffate e due pellicce. La vicenda è stata scoperta dai Carabinieri della Stazione Roma Ponte Milvio a seguito di una minuziosa attività investigativa. C’era stata anche una segnalazione della vittima che aveva notato la sparizione delle borse. La colf infedele è stata licenziata.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza