Reddito di cittadinanza, la gaffe sparisce dal sito Camera. “Guasto tecnico” (video)

venerdì 8 marzo 17:49 - di Guido Liberati

È giallo sulla gaffe di Domenico Parisi, neo presidente dell’Anpal, l’Agenzia nazionale per le politiche attive, misteriosamente sparita dalle registrazioni video della Camera. Da una parte si grida alla censura, dall’altra si motiva il tutto come un guasto tecnico.

Ecco i fatti: mercoledì 6 marzo è Parisi viene sentito in audizione sul decreto che introduce il Reddito di cittadinanza. C’è la diretta streaming sul sito della Camera.  A un certo punto arriva la domanda provocatoria del parlamentare di Forza Italia, Paolo Zangrillo sui navigator precari: «Ho come il sospetto che non appena incrociano un’offerta di lavoro se la prendono loro». Parisi si lascia sfuggire: «Magari! Così li stabilizziamo tutti. Sarebbe un piano eccellente».

Parisi in audizione alla Camera

La battuta si rivela una vera e propria gaffe, visto il ruolo di Parisi e lo scontro feroce in corso tra Regioni e governo proprio sull’assunzione dei navigator. Stranamente, finita la diretta streaming, il video dell’audizione viene caricato sul sito della Camera con un evidente taglio che esclude proprio la battuta di Parisi. Dopo le proteste per la curiosa “dimenticanza”, è arrivata la precisazione dell’ufficio stampa della Camera.

Gli uffici della Camera: “Solo un problema tecnico”

«Si è verificato esclusivamente un problema di natura tecnica peraltro risolto non appena riscontrato». A quel punto, ricevuta la segnalazione dopo la conclusione dell’audizione, le strutture competenti hanno recuperato il backup della diretta. Hanno sostituto il file danneggiato e hanno ricaricato nell’archivio il file corretto. L’intera operazione si è conclusa mercoledì 6 marzo, «come è stato poi chiarito anche ai componenti della medesima Commissione Lavoro che hanno chiesto informazioni al riguardo», conclude l’ufficio stampa della Camera. Giallo chiarito, insomma. Resta, però, la singolare coincidenza del guasto tecnico proprio nella parte della gaffe.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi