Polizia, Meloni: «Ingiustizia inaccettabile cambiare le regole di un concorso a graduatoria fatta»

giovedì 14 marzo 18:42 - di Redazione
ostia

«La decisione del governo di escludere dal concorso per allievi agenti di Polizia del 2017 chi ha superato i 26 anni è sbagliata e incomprensibile. Per questo come Fratelli d’Italia siamo scesi oggi in piazza al fianco di questi idonei discriminati e per primi abbiamo presentato degli emendamenti al decretone per aiutarli. Cambiare in corsa le regole e i requisiti è un’ingiustizia inaccettabile: il governo accolga le nostre proposte e faccia scorrere l’intera graduatoria».È  quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. «Non si possono cambiare le regole e i requisiti di un concorso a graduatoria fatta. La puoi chiudere e fare un nuovo concorso ma non puoi scegliere chi più ti aggrada. Non è una short List o una selezione a chiamata», hanno dichiarato oggi  in una nota congiunta i deputati di Fratelli d’Italia Emanuele Prisco, Salvatore Deidda e Wanda Ferro

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza